ISSN 2039-1676

logo università Bocconi
logo università degli studi di Milano
con la collaborazione scientifica di

ISSN 2039-1676


Privacy


Diritto penale contemporaneo edita dall’associazione “Diritto penale contemporaneo”, effettua, nel rispetto della vigente normativa nazionale ed europea, ed in particolare del Regolamento UE 2016/679 (di seguito: “Regolamento”), attività di trattamento delle seguenti categorie di dati personali:

 

DATI TECNICI DI NAVIGAZIONE E PROFILAZIONE FORNITI DAGLI UTENTI DEL SITO

Questo sito utilizza esclusivamente i seguenti cookie:

1) Cookie tecnici di sessione che vengono distrutti ogni volta che il browser viene chiuso: questi cookie, inviati sempre dal nostro dominio, sono necessari a visualizzare correttamente il sito e in relazione ai servizi tecnici offerti; verranno quindi sempre utilizzati e inviati, a meno che l’utenza non modifichi le impostazioni nel proprio browser (inficiando così la visualizzazione delle pagine del sito). Disabilitando i cookie alcuni delle funzionalità del sito potrebbero non funzionare correttamente.

2) Cookie analitici che vengono utilizzati per collezionare informazioni sull’uso del sito: queste informazioni vengono utilizzate in merito ad analisi statistiche anonime al fine di migliorare l’utilizzo del sito e per rendere i contenuti più interessanti e attinenti ai desideri dell’utenza. Questa tipologia di cookie raccoglie dati in forma anonima sull’attività dell’utenza e su come è arrivata sul sito. I cookie analitici sono inviati dal sito stesso o da domini di terze parti.

(Clicca qui per la Cookie Policy completa)

 

DATI IDENTIFICATIVI FORNITI DAI DESTINATARI DELLA NEWSLETTER

Diritto penale contemporaneo si avvale del servizio newsletter presente nel proprio sito internet (www.penalecontemporaneo.it).

L’unico dato personale acquisito da Diritto penale contemporaneo all’atto dell’iscrizione alla newsletter è l’indirizzo email del sottoscrittore.

Il dato è raccolto ai fini di divulgazione scientifica e informazione giuridica, è trattato previo ottenimento del consenso prestato alle condizioni di cui agli artt. 7 ss. del Regolamento ed è conservato, salvo l’esercizio di uno dei diritti di cui agli artt. 17 ss. del Regolamento, per tutto il periodo di pubblicazione del sito.

 

DATI PERSONALI FORNITI DAGLI AUTORI DEGLI ARTICOLI

L’associazione “Diritto penale contemporaneo” raccoglie, conserva e comunica mediante diffusione online tutti i dati personali riguardanti gli autori – anche relativi a opinioni politiche, convinzioni religiose o filosofiche – contenuti nei lavori scientifici inviati a e/o editi da Diritto penale contemporaneo.

L’associazione “Diritto penale contemporaneo”, inoltre, raccoglie, conserva e comunica mediante diffusione online i dati personali, incluse le immagini personali, contenuti nei curricula vitae degli autori di lavori scientifici inviati alle e/o editi da Diritto penale contemporaneo.

I dati personali forniti dagli autori degli articoli sono raccolti ai fini di ricerca e divulgazione scientifica, sono trattati previo ottenimento del consenso prestato alle condizioni di cui agli artt. 7 ss. del Regolamento e sono conservati, salvo l’esercizio di uno dei diritti di cui agli artt. 17 ss. del Regolamento, per tutto il periodo di pubblicazione di Diritto penale contemporaneo.

 

DATI PERSONALI RELATIVI ALLA PROCEDURA DI PEER REVIEW

L’associazione “Diritto penale contemporaneo” raccoglie e conserva tutti i dati personali relativi alla procedura di peer review, compresi i dati identificativi dei valutatori, degli autori di lavori scientifici inviati a e/o editi da Diritto penale contemporaneo, nonché i giudizi espressi dai valutatori.

I dati personali relativi alla procedura di peer review sono raccolti ai fini di ricerca e valutazione scientifica, sono trattati previo ottenimento del consenso prestato alle condizioni di cui agli artt. 7 ss. del Regolamento e sono conservati, salvo l’esercizio di uno dei diritti di cui agli artt. 17 ss. del Regolamento, per il tempo strettamente necessario a garantire la trasparenza e la controllabilità della procedura di peer review da Diritto penale contemporaneo.

 

DATI PERSONALI RELATIVI A CONDANNE PENALI E REATI

L’associazione “Diritto penale contemporaneo” raccoglie, conserva e comunica mediante diffusione online dati personali relativi a condanne penali e reati contenuti in provvedimenti giurisdizionali, italiani o esteri, pubblicati direttamente da Diritto penale contemporaneo, nel rispetto dei diritti riconosciuti dal Regolamento, nonché delle disposizioni di cui agli artt. 114 del Codice di procedura penale e 51 e 52 del d.lgs. 30 giugno 2003, n. 196.

I dati personali relativi a condanne penali e reati sono raccolti esclusivamente ai fini di ricerca e divulgazione scientifica, provengono da banche dati accessibili al pubblico o dalle cancellerie e segreterie delle Autorità Giudiziarie competenti e sono conservati, salvo l’esercizio di uno dei diritti di cui agli artt. 17 ss. del Regolamento, per tutto il periodo di pubblicazione di Diritto penale contemporaneo.

 

TITOLARE DEL TRATTAMENTO

Il titolare del trattamento è l’associazione “Diritto penale contemporaneo”, con sede a Milano in via G. Serbelloni n. 1. Per qualsiasi informazione inerente il trattamento di dati personali, nonché per l’esercizio dei diritti conferiti dal Regolamento all’interessato rivolgersi a redazione@penalecontemporaneo.it.

 

DIRITTI DELL’INTERESSATO

Ogni persona fisica identificata o identificabile sulla base dei dati personali trattati dall’associazione “Diritto penale contemporaneo” può chiedere al titolare del trattamento l’accesso ai dati personali che lo riguardano, la rettifica o la cancellazione degli stessi, la limitazione del trattamento dei dati, nonché la loro portabilità, a norma degli artt. 15 ss. del Regolamento.

Qualora il trattamento sia basato sul consenso espresso della persona fisica a cui afferisce il dato personale, il consenso può essere in qualunque momento revocato senza pregiudicare la liceità del trattamento pregresso.

Ogni persona fisica identificata o identificabile sulla base dei dati personali trattati dall’associazione “Diritto penale contemporaneo” può proporre reclamo presso l’Autorità Garante per la Protezione dei dati personali.

 

(Clicca qui per la Privacy Policy completa)