ISSN 2039-1676


ISSN 2039-1676


11 ottobre 2011

Vendita di autovetture: è pubblico ufficiale l'addetto allo Sportello Telematico dell'Automobilista che autentica la sottoscrizione dell'atto traslativo

Trib. di Aosta, 27 settembre 2011, Giud. Tornatore (imp. Nale e altri)

REATI CONTRO LA FEDE PUBBLICA – FALSO IDEOLOGICO IN ATTO PUBBLICO – Personale addetto agli sportelli telematici dell’automobilista – Autenticazione delle sottoscrizioni di atti costitutivi o traslativi di diritti reali su beni mobili registrati – Qualità di pubblico ufficiale – Sussistenza – Fattispecie
 
I titolari degli STA (sportelli telematici dell’automobilista), ed i loro delegati, assumono la qualità di pubblici ufficiali allorché siano richiesti di eseguire le operazioni di autenticazione delle sottoscrizioni degli atti aventi ad oggetto il trasferimento della proprietà o il trasferimento o la costituzione di altri diritti reali su beni mobili registrati. Ciò in quanto, da un lato, l’art. 7 del d.l. n. 223/2006 (conv. in l. n. 248/2006) attribuisce a tali soggetti il potere di autenticare le sottoscrizioni apposte in calce agli atti costitutivi o traslativi di beni mobili registrati; dall’altro lato, la giurisprudenza di legittimità afferma senza incertezze che l’autenticazione della sottoscrizione, in quanto operazione regolata da norme di diritto pubblico, è un atto del pubblico ufficiale, rientrante nell’esercizio dei poteri amministrativi di certificazione. Questi ultimi, come pure è pacifico in giurisprudenza, possono essere conferiti non solo a dipendenti pubblici o a soggetti che comunque intrattengano rapporti di servizio o di altro genere con un ente pubblico, ma anche a soggetti privati. Ne consegue che i titolari degli STA ed i loro delegati rispondono di falso ideologico in atto pubblico allorché attestino, contrariamente al vero, che la sottoscrizione è stata apposta in loro presenza. (Fattispecie in cui i certificati di proprietà di alcuni autoveicoli indicavano che la firma dell’acquirente era stata apposta alla presenza del titolare del STA o dei suoi delegati, mentre nel dibattimento era emerso che gli acquirenti degli autoveicoli sottoscrivevano gli atti presso il concessionario o addirittura presso la propria abitazione, ed in ogni caso davanti a soggetti diversi dagli addetti del STA) (Massima a cura di Stefano Zirulia).
 
Riferimenti normativi:
c.p. art. 357
 
c.p. art. 479
 
art. 7 d.l. n. 223 d.l. 223/2006 (conv. con modif. in l. 248/2006)