ISSN 2039-1676


ISSN 2039-1676


2 settembre 2011

Trib. Pinerolo, 14.07.2011, Giud. Reynaud (sui profili di diritto intertemporale del nuovo art. 14 co. 5 ter t.u. imm.)

Ancora una pronuncia che esclude l'applicabilità  del riformato art. 14 co. 5 ter ai fatti compiuti prima dell'entrata in vigore del decreto legge.

STRANIERI – NUOVO DELITTO DI INOTTEMPERANZA ALL’ORDINE DI ALLONTANAMENTO – PROFILI DI DIRITTO INTERTEMPORALE

 

A prescindere dalla circostanza che si voglia o meno riconoscere una continuità del tipo di illecito tra la previgente formulazione dell’art. 14 co. 5 ter e quella attuale, è comunque da ritenere applicabile l’art. 2 co. 2 c.p.: la fattispecie incriminatrice vigente all’epoca dei fatti è stata infatti sostanzialmente abrogata dalla cd. direttiva rimpatri nel momento in cui le norme di tali direttiva hanno acquistato efficacia diretta nell’ordinamento interno, e di conseguenza si è verificato un fenomeno abrogativo dell’illecito penale seguito da una non contestuale nuova incriminazione dello stesso fatto, che spezza quella continuità normativa che è invece presupposta dal meccanismo di applicazione retroattiva della lex mitior. (Massima a cura di Luca Masera).

 

 Riferimenti normativi:

D.L.vo n. 286/1998 art. 14 co. 5 ter

 

Direttiva 2008/115/CE

D.L.. 89/2011