ISSN 2039-1676

logo università Bocconi
logo università degli studi di Milano
con la collaborazione scientifica di

ISSN 2039-1676


28 giugno 2019 |

L'impunità degli autori delle frodi carosello e le contromisure per la tutela degli interessi finanziari europei: la direttiva PIF e il regolamento EPPO

Contributo pubblicato nel Fascicolo 6/2019

Il contributo è stato sottoposto in forma anonima, con esito favorevole, alla valutazione di un revisore esperto.

 

Abstract. Il contributo si propone di analizzare i tratti peculiari della Direttiva UE 2017/1371 e del Regolamento EPPO in materia di tutela degli interessi finanziari con specifico riferimento al fenomeno delle frodi carosello. La recente vicenda Taricco ha posto in luce la relazione problematica tra il diritto penale nazionale e il diritto europeo, che vede contrapposti, da un lato il timore e le resistenze degli Stati all’attribuzione di competenze penali all’Unione, dall’altro lato la necessità per l’Europa di perseguire reati che, sfruttando le potenzialità derivanti dalla libera circolazione, assumono una dimensione transnazionale. Ci si chiede se il problema relativo all’impunità degli autori di frodi carosello, evidenziato nell’ordinanza di rinvio pregiudiziale del Giudice cuneense, sia stato effettivamente risolto dai recenti interventi normativi di matrice europea o se, invece, altri sono i profili problematici che l’interprete – e ancora prima il legislatore – è chiamato a risolvere. Qualche considerazione conclusiva sarà dedicata alla Procura Europea e al suo possibile contributo alla tutela degli interessi finanziari europei.

SOMMARIO: 1. La tutela degli interessi finanziari europei tra cambiamenti e continuità. – 2. Il fenomeno delle frodi carosello e le difficoltà operative delle indagini. – 3. La vexata questio della prescrizione e il nuovo art. 12 della Direttiva PIF. – 4. Possibili scenari allo spirare del termine di adeguamento della Direttiva PIF. – 5. Le frodi IVA come reato presupposto della responsabilità penale degli enti ai sensi del d.lgs. 231/01. – 6. Qualche considerazione sull’istituzione della Procura Europea.