ISSN 2039-1676


ISSN 2039-1676


21 giugno 2019 |

Mafia Capitale: il banco di prova dell'art. 416-bis c.p.

Nota a Corte App. Roma, Sez. III, sent. 11 settembre 2018 (dep. 10 dicembre 2018), n. 10010, Pres. Tortora, Est. Palmisano

Contributo pubblicato nel Fascicolo 6/2019

 

Il contributo è stato sottoposto in forma anonima, con esito favorevole, alla valutazione di un revisore esperto.

 

Per leggere il testo della sentenza in commento, clicca qui.

 

SOMMARIO: 1. Introduzione. – 2. Sintesi della vicenda. – 3. Il punto sui precedenti giurisprudenziali. – 4. I rischi di indebite estensioni del paradigma del metodo mafioso. – 4.1. L’avvalersi della forza di intimidazione nella giurisprudenza sulle “mafie al Nord”. – 4.2. L’utilizzo della corruzione come forza di intimidazione. – 5. La sentenza della Corte d’Appello. – 5.1. L’unicità di sodalizio e l’esteriorizzazione della forza di intimidazione. – 5.2. Il contenuto della forza di intimidazione. – 5.3. Assoggettamento ed omertà. – 6. Conclusioni.