ISSN 2039-1676


ISSN 2039-1676


26 maggio 2011 |

Cass., Sez. un., udienza pubblica del 25 maggio 2011, Pres. Lupo, Rel. Di Tomassi, ric. Orlando (datore di lavoro e appropriazione indebita della retribuzione)

Non c'è appropriazione indebita quando il datore di lavoro non versa al cessionario la quota di retribuzione ceduta dal dipendente al proprio creditore

Le Sezioni unite penali della Corte di Cassazione, diffondendo una informazione provvisoria concernente l’udienza pubblica del 25 maggio 2011, hanno comunicato d’avere affrontato e risolto la seguente questione di diritto: «se, in caso di cessione di parte della retribuzione dal lavoratore al suo creditore, integri il reato di appropriazione indebita la condotta del datore di lavoro che ometta di versare la quota dovuta al cessionario».
La risposta al quesito è stata «negativa».
 
Si darà notizia del deposito della sentenza non appena intervenuto.