ISSN 2039-1676


ISSN 2039-1676


1 ottobre 2018

Le Sezioni unite confermano (ma circoscrivono) l’efficacia rafforzata delle norme sulla competenza per materia del giudice di pace

Cass., Sez. un., ud. 27 settembre 2018, Pres. Carcano, Rel. Fidelbo, ric. Balais e ric. Treskine (informazione provvisoria)

Il servizio novità della Corte Suprema di cassazione comunica che, in esito all’udienza del 27 settembre 2018, nell’ambito di due distinti procedimenti, le Sezioni unite hanno affrontato le seguenti questioni:

«Se il giudice a seguito della riqualificazione del fatto, originariamente contestato, in un reato di competenza del giudice di pace, debba dichiarare la propria incompetenza per materia e disporre la trasmissione degli   atti al pubblico ministero, ai sensi dell'art. 48 del d.lgs. 28 agosto 2000, n. 274 (ric. Bailas, proc. n. 44434/2017)».

«Se, nel caso di connessione tra procedimenti di competenza del giudice di pace e procedimenti di competenza del tribunale, quest'ultimo, con la sentenza con cui assolve l'imputato dal reato di sua competenza, debba dichiarare la propria incompetenza per materia in ordine al residuo reato e disporre la trasmissione degli atti al pubblico ministero, ai sensi dell'art. 48 d.lgs. 28 agosto 2000, n. 274 (ric. Treskine, proc. n. 53853/2017)».

Secondo l'informazione provvisoria diffusa dalla Suprema Corte, ai quesiti si è data la seguente risposta:

«Affermativa, salva l’ipotesi in cui il giudice riqualifichi il fatto nel corso del processo a seguito di acquisizione sopravvenute (ric. Balais, proc. n. 44434/2017)».

«Affermativa, limitatamente al caso in cui il tribunale conosca del reato del giudice di pace per una errata individuazione della competenza per connessione, in violazione della previsione di cui all’art. 6 d.lgs. n. 274 del 2000 (ric. Treskine, proc. n. 53853/2017)».

Le deliberazioni sono state assunte sulle conclusioni conformi del Procuratore generale presso la Corte di cassazione.

La nostra Rivista ha già pubblicato le ordinanze che avevano rimesso le questioni alle Sezioni unite (sez. V, 14 giugno 2018 – 24 luglio 2018, n. 35292, in proc. Balais; sez. V, 14 giugno 2018 – 24 luglio 2018, n. 35293, in proc. Treskine), con una nota di G. Centamore, Incompetenza per materia per eccesso e giudice di pace. Alle Sezioni unite un’interessante questione sulla disciplina del vizio.

Pubblicheremo la motivazione delle sentenze delle Sezioni unite immediatamente dopo il relativo deposito. (G.L.)