ISSN 2039-1676


ISSN 2039-1676


4 luglio 2018 |

Omesso versamento di ritenute dovute o certificate: le Sezioni Unite precisano gli elementi costitutivi del reato

Nota a Cass., Sez. Un., sent. 22 marzo 2018 (dep. 1° giugno 2018) n. 24782, Pres. Carcano, Rel. Andreazza

Contributo pubblicato nel Fascicolo 7-8/2018

Il contributo è stato sottoposto in forma anonima, con esito favorevole, alla valutazione di un revisore esperto.

 

Per leggere il testo della sentenza, clicca qui.

Abstract. Nel contributo, ci si propone di analizzare la fattispecie di omesso versamento di ritenute certificate nella sua definizione strutturale proposta dalla giurisprudenza di legittimità, nonché il contenuto della decisione della Cassazione a Sezioni Unite n. 24782/18 pronunciatasi sulla valenza probatoria della mera allegazione del Modello 770 ai fini dell’accertamento del delitto di cui all’art. 10 bis D.lgs. 74/2000. Il contributo evidenzia, inoltre, i profili lasciati irrisolti dalla Suprema Corte, attinenti, principalmente, al rapporto tra la fattispecie penale di cui all’art. 10 bis D.lgs. 74/2000 e la corrispondente fattispecie amministrativa di cui all’art. 13, comma 1 D.lgs. 471/1997.

SOMMARIO: 1. La questione. – 2. Gli elementi costituitivi del reato di omesso versamento di ritenute dovute o certificate nella interpretazione della giurisprudenza di legittimità. – 2.1. La riforma introdotta con l’art. 7 comma 1, lett. b), D.lgs. 24 settembre 2015, n. 158. – 3. L’intervento delle Sezioni Unite. – 4. Profili irrisolti: il rapporto tra la fattispecie penale di cui all’art. 10 bis D.lgs. 74/2000 e la fattispecie amministrativa art. 13, comma 1 D.lgs. 471/1997.