ISSN 2039-1676


ISSN 2039-1676


25 maggio 2018 |

Opzioni legislative in tema di colpevolezza nei nuovi reati ambientali

Contributo pubblicato nella Rivista Trimestrale 1/2018

Abstract. La disciplina dei delitti ambientali inseriti nel codice penale induce ad interrogarsi intorno ad alcune questioni relative alla colpevolezza ed ai rapporti tra essa e la pena. In particolare, l’ambigua formulazione del nuovo art. 452-ter c.p. impone di verificare se gli eventi morte e lesioni personali debbano imputarsi a titolo di colpa. Inoltre, l’art. 452-quinquies c.p. stimola interessanti riflessioni sulla proporzione tra colpevolezza e pena.

 

SOMMARIO: 0. Premessa. – 1. Morte o lesioni come conseguenza del delitto di inquinamento ambientale: il parallelismo con l’art. 586 c.p. e gli spazi applicativi della fattispecie. – 1.1. La mancata menzione della colpa per l’imputazione degli eventi più gravi. – 1.2. Dallo “sforzo” non compiuto dal legislatore a quello richiesto al giudice: le insidie non finiscono. 2. Il significato della scelta legislativa dell’art. 452-quinquies c.p.