ISSN 2039-1676

logo università Bocconi
logo università degli studi di Milano
con la collaborazione scientifica di

ISSN 2039-1676


3 aprile 2018 |

Le sentenze Taricco come giurisdizione di lotta

Tra disapplicazioni "punitive" della prescrizione e stupefacenti amnesie tributarie

Il contributo costituisce il testo, con alcune modifiche, della relazione svolta a Roma, il 1° febbraio 2018, presso la Corte di Cassazione al convegno dal titolo "Primato dell'Unione e principi fondamentali dell'ordinamento costituzionale italiano: la sentenza della Corte di giustizia nella causa C-42/17 e gli scenari futuri".

 

Abstract. Lo studio affronta l’analisi del caso Taricco come problema di cultura e limiti della giurisdizione in prospettiva eurounitaria, esamina l’impossibilità di applicare l’art. 325.2 TFUE a tale caso, alla luce della disciplina tributaria di dazi, IVA e accise in rapporto al bilancio UE, rilegge entrambe le sentenze della CGUE come esempi paradigmatici di diritto penale di lotta (dove l’interprete persegue scopi esterni alla fattispecie), anche per l’uso indebito di analogia da norme penali di eccezione, e individua i limiti all’uso retroattivo di nuove regole sulla prescrizione anche nel caso di una sua disciplina di natura processuale.

 

SOMMARIO: 1. Il diritto penale di lotta. Concetto. – 2. Il diritto di lotta nella cultura giuridica dell’UE da CG 13 settembre 2005 al TFUE. – 3. Perché la giurisdizione non è uno strumento di lotta contro fenomeni generali. – 4. La prima sentenza Taricco della CGUE, tra lotta e disapplicazione. – 5. L’appello all’art. 325, co. 1 e 2, TFUE: una disapplicazione manipolativa, con estensione analogica di norma eccezionale a lacuna creata dall’interprete, in assenza di eadem ratio. – 6. Segue. Dazi, accise e Iva sui tabacchi lavorati esteri: le stupefacenti amnesie tributarie della CGUE e la rilevanza del solo comma 1 dell’art. 325 TFUE nella fattispecie. – 7. Come la cultura del diritto penale di lotta sia stata decisiva per la sentenza Taricco. – 8. La seconda sentenza Taricco della CGUE: una concessione al garantismo nazionale per il “passato”. – 9. …e per il “presente” un’affermata processualizzazione della prescrizione in nome dell’europeismo (e del “governo”) giudiziario. – 10. La prescrizione processuale come scenario del post-Taricco? – 11. I vincoli di legalità e di irretroattività in caso di discipline processuali della prescrizione. – 12. Prescrizione punitivista e regime intertemporale.