ISSN 2039-1676


ISSN 2039-1676


18 settembre 2017 |

La riforma del ricovero in un ospedale psichiatrico ai sensi del § 63 StGB

Contributo pubblicato nel Fascicolo 9/2017

Il presente contributo è stato sottoposto in forma anonima, con esito favorevole, alla valutazione di un revisore esperto.

 

Abstract. Il 1° agosto 2016 è entrata in vigore in Germania la riforma della disciplina del ricovero in ospedale psichiatrico giudiziario, approvata il 28 aprile 2016. La riforma ha modificato i criteri per il giudizio di pericolosità sociale e per la nomina dei periti, nonché la durata dell'internamento. La ricostruzione della disciplina dello Strafgesetzbuch sulle misure di sicurezza e miglioramento permette di definire la reale necessità giuridica, economica e sociale della riforma, che il cd. caso Mollath ha portato anche all'attenzione dell'opinione pubblica. Anche nel sistema tedesco la nuova legge adegua la disciplina al principio di proporzione e introduce ulteriori garanzie nell'accertamento della pericolosità sociale e nella durata delle misure di sicurezza; la compromissione del rapporto diagnostico e terapeutico tra medico e paziente non trova, invece, alcun riscontro nelle riforme intervenute anche in Italia.

 

SOMMARIO: 1. Le misure di sicurezza e miglioramento nello StGB. – 2. I principi alla base delle misure di sicurezza e miglioramento. – 3. Il giudizio di pericolosità sociale. – 4. Il “caso Mollath. – 5. La riforma del § 63 StGB e del § 64 StGB e le ragioni economico-sociali. – 6. La riforma del § 63 StGB. – 7. La riforma del § 64 StGB. – 8. La modifica del § 67 d StGB e la durata delle misure di sicurezza. – 9. La modifica del § 463 StPO e la nomina di ‘esperti’. – 10. Brevi considerazioni sulla riforma del ricovero in ospedale psichiatrico nello StGB.