ISSN 2039-1676


ISSN 2039-1676


4 luglio 2017 |

Confisca e tutela dei creditori: sulla proposta di modifica dell’art. 52, lett. b), del codice antimafia

Contributo pubblicato nel Fascicolo 7-8/2017

Il presente contributo è stato sottoposto in forma anonima, con esito favorevole, alla valutazione di un revisore esperto.

 

Abstract. Il disegno di legge di riforma del codice antimafia attualmente all’esame del Senato coinvolge anche l’art. 52, lett. b), d.leg. 159/11, sui presupposti per l’opponibilità nei confronti dello Stato dei crediti vantati verso il soggetto sottoposto a prevenzione, ma la modifica proposta appare problematica e criticabile.

 

SOMMARIO: 1. Il d.d.l. di modifica del codice antimafia. – 2. La proposta di modifica dell’art. 52, lett. b), del codice antimafia. – 3. I preconizzabili effetti. – 4. Critica: il nesso di strumentalità non può escludere di per sé l’opponibilità del credito. – 5. Segue. Critica: la “nuova” buona fede e l’inconsapevole affidamento.