ISSN 2039-1676

logo università degli studi di Milano


13 febbraio 2017 |

La misura delle pene, fra discrezionalità politica e vincoli costituzionali

Contributo pubblicato nella Rivista Trimestrale 2/2017

Abstract. Le scelte sulla misura delle pene edittali, rientranti nella competenza politica del legislatore, possono essere controllate sotto il profilo della proporzione, in rapporto alla gravità dei diversi tipi di reato, alla luce del principio d’eguaglianza e dell’idea rieducativa. Ci sono anche vincoli relativi alla struttura delle cornici edittali: illegittimità di cornici eccessivamente dilatate, o che spezzano la corrispondenza fra variazioni di gravità del fatto e gli spazi di commisurazione discrezionale.

 

SOMMARIO: 1. Il problema. – 2. Percorsi della giurisprudenza costituzionale. – 3. La sentenza n. 236 del 2016. – 4. La questione del tertium comparationis. – 5. Problemi di struttura delle cornici edittali. – 6. Discontinuità negli spazi di commisurazione della pena. – 7. La misura delle pene edittali come problema politico.