ISSN 2039-1676


ISSN 2039-1676


23 luglio 2016

La sentenza delle Sezioni unite sulla remissione tacita della querela per l'omessa comparizione del querelante che sia stato previamente avvertito d'un tale effetto della sua assenza

Cass., Sez. Un., sent. 23 giugno 2016 (dep. 21 luglio 2016), n. 31668, Pres. Canzio, Rel. Conti, Ric. P.G. c. Pastore

Mettiamo immediatamente a disposizione dei lettori, con riserva di pubblicare note di approfondimento, la sentenza delle Sezioni Unite, depositata il 21 luglio scorso, in materia di remissione tacita della querela. Come già si era appreso grazie all'informazione provvisoria  diffusa all'epoca della decisione (si veda il link nella parte destra dello schermo), la Corte ha stabilito il seguente principio di diritto:  "Integra remissione tacita di querela la mancata  comparizione alla udienza dibattimentale del querelante previamente ed espressamente avvertito dal giudice che l'eventuale sua assenza sarà interpretata come fatto incompatibile con la volontà di persistere nella querela".