ISSN 2039-1676

logo università Bocconi
logo università degli studi di Milano
con la collaborazione scientifica di

ISSN 2039-1676


10 dicembre 2015 |

Nemmeno la Corte di Giustizia dell'Unione Europea può erigere il giudice a legislatore

Note in merito alla sentenza Taricco

Il contributo è ora pubblicato nel n. 2/2015 della nostra Rivista trimestrale. Clicca qui per accedervi.

 

Siamo lieti di pubblicare il testo riveduto, di cui riportiamo di seguito il sommario, dell'intervento svolto dal Prof. Luciano Eusebi al convegno "Dal giudice garante al giudice disapplicatore delle garanzie: i nuovi scenari della soggezione al diritto dell'UE. A proposito della sentenza CG Taricco", tenutosi a Firenze il 30 ottobre 2015.

 

SOMMARIO: 1. Una problematica che va ben oltre gli effetti penali «in malam partem» della sentenza Taricco - 2. La figura inusitata di un giudice chiamato a disapplicare quei profili dell'intervento legislativo in materia penale che valuti inadeguati dal punto di vista della prevenzione. - 3. Il delinearsi di controlimiti costituzionali intesi alla salvaguardia della divisione dei poteri. - 4. La natura non penale dell'art. 325 TFUE. - 5. «Obblighi di risultato» nell'ambito penale?