ISSN 2039-1676


ISSN 2039-1676


6 novembre 2015

La relazione dell'Ufficio del Massimario della Corte di Cassazione sulla riforma dei reati tributari

Relazione dell'Ufficio del Massimario della Corte di Cassazione, n. III/05/2015 (Vice Direttore dott. Fidelbo)

 

Segnaliamo ai lettori che sul sito internet della Corte di Cassazione è pubblicata una relazione, redatta dai Consiglieri Pietro Molino e Piero Silvestri, sul Decreto Legislativo n. 24 settembre 2015, n. 158, Revisione del sistema sanzionatorio, in attuazione dell'articolo 8, comma 1, della legge 11 marzo 2014, n. 23. (GU n. 233 del 7-10-2015).

La relazione, in particolare, ha ad oggetto le modifiche recentemente apportate alla disciplina dei reati tributari di cui al d.lgs. n. 74/2000 (al cui riguardo è possibile consultare anche i contributi nella colonna di destra).

 

Clicca qui per leggere il testo della relazione, di cui di seguito riportiamo il sommario.

 

SOMMARIO: Premessa - 1. Art. 1 (Modifica dell'articolo 1 del decreto legislativo 10 marzo 2000, n.74) - 1.1. Le operazioni "simulate". - 1.2. Le operazioni "elusive". - 1.3. I "mezzi fraudolenti" - 2. Art. 2 (Modifica dell'articolo 2 del decreto legislativo 10 marzo 2000, n. 74, in materia di dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti) - 3. Art. 3 (Modifica dell'articolo 3 del decreto legislativo 10 marzo 2000, n. 74, in materia di dichiarazione fraudolenta mediante altri artifici) - 3.1. I "mezzi fraudolenti" nella condotta ex art. 3. - 3.2. I "documenti falsi": le false fatturazioni. - 3.3. Le operazioni "simulate": la problematica delle operazioni soggettivamente inesistenti. - 3.4. Le nuove soglie di punibilità dell'art. 3. 4. Art. 4 (Modifica dell'articolo 4 del decreto legislativo 10 marzo 2000, n. 74, in materia di dichiarazione infedele) - 4.1. Sulla irrilevanza delle "valutazioni": la problematica delle "classificazioni". - 4.2. Le nuove soglie di punibilità dell'art. 4. - 5. Art. 5 (Modifica dell'articolo 5 del decreto legislativo 10 marzo 2000, n. 74, in materia di omessa dichiarazione) - 6. Art. 6 (Modifica dell'articolo 10 del decreto legislativo 10 marzo 2000, n. 74, in materia di occultamento o distruzione di documenti contabili) - 7. Art. 7 (Modifica dell'articolo 10-bis del decreto legislativo 10 marzo 2000, n. 74, in materia di omesso versamento di ritenute certificate) - 7.1. La nuova soglia di punibilità dell'art.10-bis. - 8. Art. 8 (Modifica dell'articolo 10-ter del decreto legislativo 10 marzo 2000, n. 74, in materia di omesso versamento dell'imposta sul valore aggiunto) - 9. Art. 9 (Modifica dell'articolo 10-quater del decreto legislativo 10 marzo 2000, n. 74, in materia di indebita compensazione. 10. Art. 10 (Confisca) - 10.1. Il primo comma del nuovo art. 12-bis del d. lgs. 74/2000. - 10.1.1. Sulla nozione di profitto del reato e sul nesso di derivazione. - 10.1.2. (segue): sulla natura della confisca di somme di denaro depositate su conto corrente bancario. 10.1.3. (segue): considerazioni riepilogative. - 10.1.4. (segue): i corollari che ne derivano. 10.1.5. (segue): reati tributari e responsabilità dell'ente ai sensi del d. lgs. n. 231 del 2001. - 10.1.6. (segue): reati tributari e confisca senza condanna. - 10.2. Il secondo comma del nuovo art. 12 bis del d. lgs. n.74 del 2000 - 11. Art. 11 (Modifica dell'articolo 13 del decreto legislativo 10 marzo 2000, n. 74, in materia di cause di estinzione e circostanze del reato. Pagamento del debito tributario) - 12. Art. 12 (Circostanze del reato) - 12.1. La circostanza speciale dell'elaborazione di modelli "seriali" di evasione. - 13. Art. 13 (Custodia giudiziale dei beni sequestrati nell'ambito di procedimento penali relativi a delitti tributari) - 14. Art. 14 (Abrogazioni).