ISSN 2039-1676


ISSN 2039-1676


17 luglio 2015

Sezioni unite: la persona offesa che non compare innanzi al giudice di pace "consente" al riconoscimento della particolare tenuità  del fatto

Cass., Sez. Un., u.p. 16 luglio 2015, Pres. Santacroce, Rel. Conti, Ric. P.G. in proc. Steger (informazione provvisoria)

Il servizio novità della Corte Suprema di cassazione comunica che, in esito all'udienza pubblica del 16 luglio 2015, le Sezioni unite hanno affrontato la seguente questione:

«Se, nei procedimenti davanti al giudice di pace, la mancata comparizione della persona offesa in udienza equivalga a manifestazione della volontà di non opporsi alla dichiarazione di improcedibilità dell'azione penale per la particolare tenuità del fatto».

Secondo l'informazione provvisoria diffusa dalla Suprema Corte, al quesito è stata data soluzione affermativa.

 

La deliberazione è stata assunta sulle conclusioni difformi del Procuratore generale.

In attesa delle motivazioni della sentenza, chi fosse interessato può accedere, cliccando sull'icona sottostante, all'ordinanza della Sezione V, n. 20346 del 10 aprile 2015, con la quale è stata disposta la rimessione del ricorso alle Sezioni unite.

Pubblicheremo la motivazione della sentenza delle Sezioni unite immediatamente dopo il relativo deposito. (G.L.)