ISSN 2039-1676

logo università Bocconi
logo università degli studi di Milano
con la collaborazione scientifica di

ISSN 2039-1676


10 ottobre 2014 |

La lotta alla corruzione nel sistema penale inglese

Il Bribery Act del 2011 tra scelte di diritto sostanziale e discrezionalità applicativa

Abstract. Il sistema penale inglese, con l'entrata in vigore del Bribery Act ha profondamente innovato la disciplina dei reati di corruzione. Nel presente lavoro si analizzeranno, pertanto, le novità introdotte dalla riforma in considerazione del precedente impianto normativo e giurisprudenziale e si esaminerà in particolare l'influenza dei profili processuali sulla formulazione e sull'applicazione della fattispecie sostanziale.

SOMMARIO: 1. Introduzione. - 2. Le scelte di fondo alla base del Bribery Act. - 3. Il contesto internazionale. I rapporti del GRECO. - 4. La previgente disciplina inglese in tema di corruzione. - 5. L'iter della riforma. - 6. L'impianto complessivo Bribery Act. - 6.1. La scelta della configurazione di un modello unitario di tutela. - 6.2. Le nuove fattispecie introdotte nel 2010. - 6.3. Gli elementi costitutivi delle fattispecie incriminatrici introdotte dal Bribery Act. - 6.3.1. Le fattispecie di corruzione attiva e passiva. - 6.3.1.1. Funzioni e attività rilevanti. - 6.3.1.2. Improper performance. - 6.3.2. Failure of commercial organisation to prevent bribery. - 6.3.3. La corruzione del pubblico ufficiale straniero. - 7. Cenni sui recenti sviluppi giurisprudenziali in materia. - 8. L'influenza del selective enforcement nella formulazione e nell'applicazione della norma penale: il caso del Bribery Act. - 9. Conclusioni.