ISSN 2039-1676


ISSN 2039-1676


22 luglio 2014

Un nuovo provvedimento in materia di rideterminazione in executivis della pena divenuta illegittima per effetto della dichiarazione di incostituzionalità  della disciplina sugli stupefacenti

Trib. Bologna, ud. 27 maggio 2014, Giud. Giangiacomo

Riceviamo e subito pubblichiamo in considerazione dell'attualità della questione - rinviando alla ripresa delle pubblicazioni dopo la pausa estiva per un eventuale commento - l'ordinanza con la quale il giudice dell'esecuzione bolognese, decidendo su un incidente di esecuzione promosso da un soggetto condannato in via definitiva per cessione di sostanze stupefacenti ai sensi della legge cd. Fini-Giovanardi, ha provveduto a rideterminare la pena sulla base della cornice edittale prevista dalla più favorevole legge cd. Iervolino-Vassalli, ritornata in vigore per effetto della sentenza della Corte Costituzionale n. 32 del 2014. Si tratta, come è noto, di vicenda alla quale questa Rivista ha dato ampio risalto, attraverso i numerosi contributi ai quali è possibile accedere dalla colonna di destra "documenti correlati".