ISSN 2039-1676


ISSN 2039-1676


25 giugno 2014 |

Messa alla prova per gli adulti: una prima lettura della L. 67/14

Riceviamo, e volentieri pubblichiamo, il testo della Relazione svolta dalla dott.ssa Valeria Bove, giudice presso il Tribunale di Napoli, in occasione del corso di formazione "La dialettica dibattimentale: confronto a più voci", organizzato dalla Scuola Superiore della Magistratura, svoltosi a Scandicci il 9-11 giugno 2014.

Ringraziamo gli organizzatori dell'incontro, oltrechè l'autrice, per aver consentito la publicazione del testo della relazione sulla nostra Rivista.

Sul nuovo istitituto della sospensione del processo e messa alla prova nei confronti di soggetti maggiorenni, introdotto dalla legge n. 67/2014, si veda - oltre a un primo commento al testo legislativo a suo tempo pubbilicato sulla nostra Rivista a firma di M. Miedico (clicca qui per accedervi) - un primo provvedimento giurisprudenziale che ha applicato la misura, emesso dal Tribunale di Torino e pubblicato in data odierna con breve scheda di presentazione sempre a firma di M. Miedico (clicca qui per accedervi).

Per leggere il testo della Relazione, di cui riportiamo di seguito il somamrio, clicca sotto su "Download documento".

 

SOMMARIO: 1. La legge 28 aprile 2014 nr. 67. - 2. Inquadramento sistematico e natura dell'istituto. - 3. L'art. 168 bis c.p.: i casi, le preclusioni, le finalità. - 4. La richiesta di sospensione del procedimento con messa alla prova. - 5. La messa alla prova: il lavoro di pubblica utilità, in particolare. - 6. Il programma di trattamento: il punto nodale dell'u.e.p.e. - 7. Alcune ulteriori criticità. - 7.1. Incompatibilità tra messa alla prova e detenzione. - 7.2. Richiesta di messa alla prova e sospensione della prescrizione. - 7.3. Richiesta parziale di messa alla prova ed incompatibilità del giudice. - 8. La decisione. - 8.1. La mancanza di una norma che consenta la visione del fascicolo del p.m. - 8.2. L'ordinanza di sospensione e la sua esecuzione. - 9. L'esito positivo e l'esito negativo della prova. - 10. La revoca dell'ordinanza di sospensione del procedimento. - 11. Esito negativo, revoca ed incompatibilità del giudice: rinvio. - 12. La mancanza di una norma transitoria.