ISSN 2039-1676


ISSN 2039-1676


16 maggio 2014

Pubblicate le statistiche annuali del Consiglio d'Europa sulla popolazione carceraria e sulle misure non detentive

Segnaliamo ai lettori che sono stati pubblicati sul sito del Consiglio d'Europa i Rapporti contenenti le statistiche relative alla popolazione carceraria ("Space I": clicca qui per accedere al rapporto, corredato da una versione riassuntiva) e alle sanzioni non detentive ("Space II": clicca qui per accedervi)  negli Stati membri del Consiglio di Europa, aggiornate al 2012.

Secondo quanto emerge nel rapporto Space I, nel 2012 si è registrata una leggera flessione nel numero di detenuti (il 5% in meno rispetto al 2011). Ciò nonostante, gli istituti penitenziari europei continuano ad essere occupati al massimo della loro capacità (al 98%, rispetto al 99% del 2011) ed il sovraffollamento rimane ancora un problema per 21 sistemi penitenziari (sui 47 complessivi oggetto dell'indagine).

Il tasso di sovraffollamento dell'Italia, che nel 2012 si aggirava intorno al 145%, è inferiore solo a quello della Serbia (160%); seguono a ruota Cipro (140%), Ungheria (139%) e Belgio (132%). L'unico dato confortante è rappresentato dal fatto che, nel nostro ordinamento (non così, invece, negli altri citati), il tasso di sovraffollamento è in diminuzione (dal 147% del 2011 al 145% del 2012). Tale trend risulta poi confermato dalle statistiche nazionali degli ultimi anni, dalle quali si evince una lenta ma continua riduzione del fenomeno: secondo quanto si ricava dai dati pubblicati sul sito del Ministero della Giustizia, attualmente (al 30 aprile 2014), il tasso di sovraffollamento si aggira intorno al 122%.

Un altro dato poco edificante che riguarda il nostro ordinamento è quello relativo al tasso di suicidi: in Italia i suicidi rappresentano il 38, 2% delle morti in carcere, contro una media europa del 26%.

Diversamente da quanto ci si potrebbe aspettare, il tasso di detenzione dell'Italia, ossia il numero di detenuti per 100.000 residenti, è inferiore a quello medio (111% contro 126%). A livello europeo, il tasso di detenzione ha registrato nell'ultimo anno un leggero aumento: 126 detenuti ogni 100.000 abitanti, contro i 122 dell'anno precedente.

Dal rapporto "Space II" si desume poi che, negli ultimi anni, si è registrato un deciso incremento nell'utilizzazione del probation e delle altre misure non detentive (+ 13.6% rispetto al 2011 e + 29,6% rispetto al 2010). Dalle statistiche emerge però che tali misure restrittive della libertà personale vengono utilizzate solo marginalmente (circa nel 7% dei casi) in fase processuale