ISSN 2039-1676


ISSN 2039-1676


28 marzo 2014 |

Recenti orientamenti sul lavoro di pubblica utilità 

Note a margine dell'ordinanza del Tribunale di Palermo di data 3 agosto 2013

Il presente contributo è ora pubblicato nel n. 2/2014 della nostra Rivista trimestraleClicca qui per accedervi.

Ricordiamo che, in vista della pubblicazione su Diritto penale contemporaneo - Rivista trimestrale, il presente contributo è stato sottoposto in forma anonima, con esito favorevole, alla valutazione di due revisori esperti.

 

Clicca qui per leggere il testo dell'ordinanza in commento.

Abstract. L'ordinanza del Tribunale di Palermo commentata diventa l'occasione per una più approfondita riflessione sull'istituto del lavoro di pubblica utilità. Dopo aver rammentato le diverse disposizioni normative che contemplano l'istituto e con esse le differenti nature giuridiche che il lavoro di pubblica utilità assume nel nostro ordinamento, lo scritto si concentra sull'ipotesi di cui al comma 9 bis dell'art. 186 C.d.S., fornendo un quadro completo dei principali e più recenti arresti giurisprudenziali in materia, per poi riflettere sulle problematiche specifiche poste dall'ordinanza: la modifica delle modalità di esecuzione e l'individuazione di un Ente non convenzionato in cui svolgere l'attività lavorativa.

SOMMARIO: 1. Premessa - 2. Una sanzione dalla natura giuridica proteiforme - 3. Finalità della sanzione e principali arresti giurisprudenziali - 4. La modifica delle modalità di esecuzione del lavoro di pubblica utilità. Alcune questioni sullo sfondo dell'Ordinanza del Tribunale di Palermo - 5. La questione della scelta di un Ente non convenzionato posta dall'Ordinanza in commento.