ISSN 2039-1676


ISSN 2039-1676


7 ottobre 2013 |

Crisi di liquidità del contribuente ed omesso versamento di ritenute certificate e di Iva (artt. 10 bis e 10 ter d.lgs. n. 74/2000)

Nota a Tribunale di Roma, sent. 7 maggio 2013, Giud. Di Nicola, e a Tribunale di Roma, sent. 12 giugno 2013, Giud. Di Nicola

Pubblichiamo, nell'ambito di un dibattito che registra divisioni nella giurisprudenza di merito (si vedano in particolare, in senso sostanzialmente contrario, due pronunce del Tribunale di Milano già pubblicate dalla nostra Rivista: clicca qui per accedervi), una nota di G. L. Soana a due recenti sentenze del Tribunale di Roma, relative rispettivamente ai reati di cui all'art. 10-bis  e all'art. 10-ter del d.lgs. n. 74 del 2000, dunque a fatti di omesso versamento delle ritenute di acconto e dell'imposta sul valore aggiunto.

 

In entrambe le occasioni, il Tribunale esclude che la ricorrenza di una crisi economica del soggetto obbligato possa di per sé incidere sulla configurazione in concreto della colpevolezza dell'omissione e del dolo punibile, oppure, in funzione di causa scriminante, sulla rilevanza penale dell'omissione. In sostanza, con ovvio riguardo ai fatti concreti, ma enunciando una regola generale di esperienza, il Tribunale assume che la destinazione delle risorse finanziarie ad uno scopo diverso dai versamenti tributari è il frutto di una scelta consapevole, anche quando ricorra la crisi economica dell'impresa, che privilegia creditori o fornitori diversi dall'erario, in diretta e deliberata violazione del precetto penale.

 

 

SOMMARIO: 1. Premessa. - 2. L'introduzione di queste due fattispecie e la loro possibile unitaria trattazione - 3. L'ipotizzata efficacia scriminante della crisi di liquidità. - 4. Le sentenze del Tribunale di Roma. - 5. La generale irrilevanza della crisi di liquidità del contribuente. - 6. La Giurisprudenza della Cassazione. - 7. Illiquidità e IVA per competenza. - 8. I casi di diversità tra soggetto che ha operato l'accantonamento e quello che ha omesso il versamento.

 

Per scaricare la nota alle sentenze in formato PDF, clicca sull'icona sottostante.

Per scaricare la sentenza del 12 giugno 2013, relativa al reato di cui all'art. 10-bis, clicca qui.

 

Per scaricare la sentenza del 7 maggio 2013, relativa al reato di cui all'art. 10-ter, clicca qui.