ISSN 2039-1676


ISSN 2039-1676


28 maggio 2013 |

Le misure sanzionatorie amministrative e penali della legge anticorruzione (l. 6 novembre 2012, n. 190)

Molto si è scritto, e molto è stato pubblicato anche sulla nostra Rivista, sulla legge n. 190/2012 di riforma dei delitti di corruzione. Questo contributo, tuttavia, analizza un versante sinora poco studiato dai penalisti: quello, cioè, delle misure preventive e sanzionatorie previste dalla riforma, soffermandosi in particolare - per ciò che attiene alle sanzioni - alle conseguenze, penali e non, della condanna per i delitti in parola, diverse dalla pena detentiva. Conseguenza la cui prospettiva appare spesso per il condannato ancora più temibile rispetto a quella rappresentata dalla reclusione, in questi casi raramente scontata nella pratica.

SOMMARIO: 1. Premessa. - 2. Misure di prevenzione amministrative: Autorità e Piano Nazionale Anticorruzione. - 2.1. Il Responsabile della prevenzione della corruzione e le connesse responsabilità. - 2.2. La trasparenza amministrativa. - 2.2.1 Responsabilità e sanzioni. - 2.2.2. Il rapporto tra il Responsabile della prevenzione e il Responsabile della trasparenza. - 2.3. Il riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle Pubbliche Amministrazioni (d.lgs. 14 marzo 2013, n. 33). - 2.3.1. Vigilanza e violazione obblighi di pubblicazione. - 2.3.1.1. Violazione specifici obblighi di pubblicazione. - 2.4. Codice di comportamento dei dipendenti pubblici. - 2.4.1. Vigilanza e violazione obblighi di comportamento. - 2.5. Segnalazione condotte illecite. - 2.6. Divieto per i magistrati di partecipare ad arbitrati. - 2.7. Arbitrati dei contratti pubblici. - 3. Ulteriori misure anticorruzione. - 3.1. Misure interdittive: inconferibilità incarichi ai pubblici dipendenti e divieto di far parte di commissioni giudicatrici o preposte alla gestione di risorse economiche. - 3.2. Inconferibilità e incompatibilità incarichi dirigenziali. - 3.2.1. Decreto legislativo in materia di inconferibilità e incompatibilità di incarichi presso le Pubbliche Amministrazioni e presso gli enti privati in controllo pubblico (d.lgs. 8 aprile 2013, n. 39). - 3.2.1.1. Vigilanza e sanzioni. - 3.3. Incandidabilità, sospensione e decadenza dalle cariche pubbliche. - 3.3.1. Segue: enti locali. - 3.3.2. Testo Unico delle disposizioni in materia di incandidabilità e di divieto di ricoprire cariche elettive e di Governo (d.lgs. 31 dicembre 2012, n. 235). - 3.4. Risoluzione contratto appalti pubblici. - 3.5. Esclusione gare pubbliche. - 4. Interdizione perpetua dai pubblici uffici. - 5. Induzione indebita a dare o a promettere utilità (art. 319 quater c.p.): norme di coordinamento sistematico. - 5.1. Confisca obbligatoria di beni o altra utilità di sospetta provenienza illecita. - 5.2. Responsabilità persone giuridiche. - 5.3. Trasferimento del dipendente pubblico a seguito di rinvio a giudizio. - 5.4. Comunicazione del decreto che dispone il giudizio. - 6. Confisca obbligatoria per equivalente. - 7. Durata misure interdittive (art. 308 c.p.p.). - 8. Revoca Segretario comunale. - 9. Responsabilità per danno erariale. - 10. Conclusioni.