ISSN 2039-1676


ISSN 2039-1676


Corinna Forte


Magistrato

Nata a Napoli il 21 dicembre 1974, si è laureata nel dicembre 1997 presso l’Università Federico II con il voto di 110/110 e lode (tesi in diritto internazionale, relatore prof. Sico). 

Nel 2001 ha vinto il concorso in magistratura e, dopo il prescritto tirocinio nel corso del quale i vari magistrati affidatari esprimevano giudizio ampiamente positivi e lusinghieri sulla dedizione al lavoro e la correttezza e serietà professionale, è stata assegnata al Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, dove ha assunto le funzioni il 13 ottobre 2003 e dove fino all’attualità ha ininterrottamente lavorato come giudice nel settore penale.

Fino al 2011 ha prestato servizio presso la Seconda Sezione Penale del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, con funzioni di giudice componente del collegio (denominato collegio “A” fino all’ottobre 2007 e collegio “D” dal 2007 in poi) competente in via esclusiva per l’applicazione di misure di prevenzione personali e patrimoniali.

Tra le attività da segnalare, è stata estensore dell’ordinanza di rimessione della questione di legittimità costituzionale, poi accolta dalla Consulta con la sentenza n. 93 del 12 marzo 2010, concernente la pubblicità dell’udienza del giudizio di prevenzione.

Nell’anno 2010, è stata estensore di 22 decreti di sequestro; nell’anno 2011 (fino al 13 aprile 2011) di 11 decreti di confisca.

Dal 2011 al 2013, ha lavorato come giudice a latere di Corte di Assise, occupandosi in assoluta prevalenza di processi di criminalità organizzata con un elevato numero di imputati.

Dal 2013 al 2016 è stata assegnata, con il ruolo di presidente, al collegio per l’applicazione di misure di prevenzione; è altresì titolare di un ruolo monocratico e opera come giudice del riesame con competenza in tema di misure cautelari reali.

Nell’anno 2014 il collegio ha emesso 31 decreti di sequestro di prevenzione, di cui 24 estesi dalla sottoscritta; fino al 30 settembre 2015 sono stati emessi dal collegio 23 provvedimenti di sequestro di prevenzione, di cui 17 a firma della sottoscritta.

Fino al 30 settembre 2015 sono stati emessi 21 provvedimenti di confisca/rigetto di confisca, di cui 17 redatti dalla scrivente.

Dal febbraio 2016 è assegnata, a domanda, all’ufficio del Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere.

Con D.M. 17 giugno 2016 è stata nominata componente della Commissione esaminatrice del concorso per 350 posti di magistrato ordinario indetto con D.M. 22 ottobre 2015, incarico attualmente ricoperto. 

 

Esperienze didattiche:

relatore al Corso di Alta Formazione per l’attività di amministratore giudiziario delle imprese e dei beni sotto sequestro antimafia, organizzato in Roma il 27 gennaio 2011 dal Sindacato dei Ragionieri Professionisti del Lazio in collaborazione con la Presidenza dei Consiglio dei Ministri ed il Tribunale di Roma, con una relazione sulle seguenti tematiche: i principi delle misure di prevenzione; l’evoluzione storico-legislativa della materia; l’efficacia delle misure di prevenzione patrimoniali;

relatore nel marzo del 2011 al corso di formazione organizzato in Roma dal CSM denominato “Corso Rosario Livatino: Il contrasto patrimoniale alla criminalità organizzata: indagini, prove e accertamento processuale”. È disponibile sul sito internet del Consiglio la relazione approntata in quella circostanza in ordine ai seguenti argomenti: profili processuali e di accertamento probatorio nei procedimenti finalizzati al sequestro ed alla confisca di prevenzione; gli standards probatori della confisca nel processo penale e nel procedimento di prevenzione; la motivazione dei provvedimenti; la prova della pericolosità del patrimonio e della sua illecita provenienza nei procedimenti finalizzati all’applicazione della misura di prevenzione patrimoniale disgiunta; i diritti della difesa;

relatore il 15 dicembre 2011 all’incontro di studio dal titolo “Il sequestro e la confisca per sproporzione e per equivalente: presupposti, area operativa, standard probatori”, organizzato dall’Ufficio del Referente per la formazione decentrata della Corte di Appello di Napoli nell’ambito del ciclo su “Il contrasto ai patrimoni criminali”.  Sul sito internet della formazione decentrata è stata pubblicata la mia relazione avente ad oggetto i seguenti temi: le misure di prevenzione patrimoniali all’indomani dell’entrata in vigore del cd. Codice Antimafia;  gli standars probatori del sequestro di prevenzione; il nesso tra sequestro e confisca di prevenzione;

relatore il 26 gennaio 2012 al convegno organizzato in Roma da “Agire e Informare” sul tema Misure di prevenzione e procedure concorsuali, a cura del prof. Antonio Caiafa;

relatore nel febbraio 2012 al corso di formazione professionale organizzato dall’Ordine degli avvocati di Santa Maria Capua Vetere con un intervento sul tema dell’esecuzione del sequestro di prevenzione e delle problematiche concernenti i rapporti con il F.U.G.;

relatore in data 25 gennaio 2013 sui presupposti delle misure di prevenzione e le indagini patrimoniali presso l’Università del Salento di Lecce, nel quadro di un corso di formazione post lauream in gestione dei beni sottoposti a misure di prevenzione patrimoniali;

relatore il 17 marzo 2014 di una lezione dal titolo “Le misure di prevenzione personali e patrimoniali” nell’ambito del corso di primo livello di formazione tecnica e deontologica dell’avvocato penalista, organizzato dal Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Santa Maria Capua Vetere (anno 2013-2014);

relatore in data 21 giugno 2014 al convegno organizzato in Castellammare di Stabia dall’Ordine dei dottori commercialisti di Torre Annunziata sul tema “Procedure fallimentari e concomitanza di misure di prevenzione”;

relatore in data 14 novembre 2014 al convegno organizzato dall’Ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili di Reggio Emilia, dal titolo “Attività dell’amministratore giudiziario”;

relatore in data febbraio 2015 nell’ambito del Tavolo Tecnico su “Utilizzo e gestione dei beni sequestrati e confiscati”, organizzato in Aversa dall’Ordine dei commercialisti ed esperti contabili di Napoli Nord;

 relatore il 16 marzo 2015 di una lezione dal titolo “Le misure di prevenzione personali e patrimoniali” nell’ambito del corso di primo livello di formazione tecnica e deontologica dell’avvocato penalista, organizzato dal Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Santa Maria Capua Vetere (anno 2014-2015);

 relatore in data 16 aprile 2015 al Congresso Nazionale dell’Unione giovani dottori commercialisti ed esperti contabili di Salerno dal titolo “La centralità del dottore commercialista nel diritto penale dell’economia”;

relatore in data 8 maggio 2015 in Casal di Principe come relatore al convegno organizzato dall’Ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili di Napoli Nord,  dal titolo “L’amministratore giudiziario: ruolo ed esperienze a confronto”;

relatore in data 6 giugno 2015 al seminario su “La tutela dell’impresa nella legalità” organizzato in Aversa dall’Ordine dei dottori commercialisti;

docente, nell’anno 2015, nell’ambito del Master universitario di II livello organizzato dal Dipartimento di Giurisprudenza della Seconda Università degli Studi di Napoli (Direttore Prof.ssa Teresa Bene) su “Gestione e riutilizzo di beni e aziende confiscati” con lezioni sui seguenti argomenti: misure di prevenzione personali e patrimoniali; misure di prevenzione e procedimento penale; misure di prevenzione patrimoniali e procedure concorsuali; tutela dei terzi;

anno 2016, docenza a contratto presso la Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali della Seconda Università di Napoli (Modulo su Misure di sicurezza e pericolosità personale);

relatore, il 20 Novembre 2015, alla Tavola rotonda organizzata dal Dipartimento di scienze economiche e statistiche dell’Università di Napoli, Federico II, dal titolo “Il sottile confine tra economia legale e illegale: credito, mercato del lavoro e misure di prevenzione. Riflessioni ed esperienze dal territorio della Campania”;

relatore, il 24 Febbraio 2016, nell’ambito del Corso di formazione “Custodia e amministrazione giudiziaria”, organizzato dall’Ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili di Napoli;

Relatore, il 7 maggio 2016, in Caserta al convegno organizzato dall’Ass.ne Antimafia Caponnetto su “Risultati e proposte dal confronto tra magistrati, politici, giornalisti e gente comune”;

29 Aprile 2016, organizzatore e moderatore della lezione su “La confisca dal diritto romano al Codice Antimafia” nell’ambito del corso per la formazione continua degli avvocati penalisti organizzato dalla Camera Penale di Santa Maria Capua Vetere in collaborazione con la Seconda Università di Napoli (cattedre di Diritto Penale e Diritto Processuale Penale) e con l’Ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili di Caserta;

17 giugno 2016, organizzatore e moderatore della su “La confessione: dialogo sulla prova regina” nell’ambito del corso per la formazione continua degli avvocati penalisti organizzato dalla Camera Penale di Santa Maria Capua Vetere in collaborazione con la Seconda Università di Napoli (cattedre di Diritto Penale e Diritto Processuale Penale) e con l’Ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili di Caserta;

nel gennaio 2017, relatore al Master in Gestione e riutilizzo di beni e aziende confiscati (a.a. 2015/16) organizzato dal Dipartimento di Giurisprudenza della Seconda Università di Napoli;

relatore, il 17 febbraio 2017, al corso di aggiornamento organizzato dalla Scuola Superiore della Magistratura in Scandicci (FI) sulle misure di prevenzione personali (lezione sul tema “Il procedimento di prevenzione nel diritto vivente”).

PUBBLICAZIONI

nel 2011, coautore del trattato su “Le procedure concorsuali”, a cura del prof. A. Caiafa, edito dalla CEDAM di Padova nel 2011 (in specie, è stata curata la parte relativa ai rapporti tra le misure di prevenzione patrimoniali e le procedure concorsuali);

nel febbraio del 2012, autore di un articolo sulla rivista “Il Fallimento” sulle riforme introdotte con il Decreto Legislativo n. 159/2011, con particolare riguardo alla tutela dei terzi e ai rapporti delle misure di prevenzione patrimoniali con le procedure concorsuali;

coautore del volume collettaneo “Diritto delle imprese in crisi e tutela cautelare” a cura del prof. F. Fimmanò, ed. Giuffré, 2012, con due contributi dal titolo “Il Codice della Legislazione Antimafia e la crisi dell’impresa sottoposta a sequestro di prevenzione” e “Il sequestro e la confisca per equivalente”;

nel 2013, autore di un articolo pubblicato sulla rivista Gazzetta Forense dal titolo “La prescrizione dei delitti puniti con la pena dell’ergastolo”;

nel 2014, coautore del manuale “Codice delle misure di prevenzione” per la casa editrice Nel Diritto;

sul 2014, autore di un articolo pubblicato sulla rivista Gazzetta Forense, dal titolo “Il riesame della pericolosità sociale all’indomani della sentenza della Corte Costituzionale n. 291 del 2 dicembre 2013: profili sistematici e problematiche operative”;

autore di un articolo, pubblicato sul numero 12 del dicembre 2014 della rivista Cassazione Penale, dal titolo “Prove di “dialogo col morto”: il sequestro di prevenzione nei confronti degli eredi del soggetto pericoloso tra elaborazione giurisprudenziale e perplessità della dottrina”;

autore di un articolo, pubblicato sul numero 1 del gennaio 2015 della rivista Cassazione Penale, dal titolo: “La confisca per equivalente: analisi di un dirompente strumento di contrasto ai patrimoni criminali”;

autore, nel 2015, per la casa editrice Giappichelli di un ebook dal titolo “Le misure antiviolenza nelle manifestazioni sportive tra innovazioni legislative ed elaborazione giurisprudenziale”;

autore di un articolo pubblicato  sul numero 4/15 della rivista Nel Diritto, edita dalla omonima casa editrice, dal titolo “L’applicabilità retroattiva delle misure di prevenzione patrimoniali: dalle Sezioni unite nulla di nuovo sul fronte della natura preventiva della confisca, molto di nuovo su tutto il resto”, nota a Cass. Pen. SSUU n. 4880/14;

autore del capitolo “Misure di prevenzione e tutela dell’impresa” nell’ambito del volume collettaneo “Diritto e pratica dell’impresa”, a cura del collega Cesare Parodi per la casa editrice Giuffrè, 2016;

autore di un contributo sui rapporti tra misure di prevenzione e fallimento nell’ambito del volume collettaneo dal titolo “Misure di prevenzione patrimoniali e procedure concorsuali”, opera inserita nella Collana Diritto della crisi di impresa, a cura del prof. A. Caiafa per la casa editrice Dike Giuridica (in uscita ad aprile 2017);

autore di una nota a Corte di Cassazione, Sezioni Unite penali, n. 39586/2015 Reg. Gen. del 22 dicembre 2016, depositata il 16 marzo 2017, Pres. A. Fiale, est. G. De Amicis, pubblicata sulla rivista Gazzetta Forense.