ISSN 2039-1676


ISSN 2039-1676


Valentina Ventura


Avvocato

Titoli di Studio

 

Diploma di Specializzazione conseguito nel Giugno 2006 presso la Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali dell'Università degli Studi di Pisa con tesi in Diritto Penale.

Laurea in Giurisprudenza conseguita il 28 Giugno 2004 presso l'Università degli Studi di Pisa con tesi in Diritto Penitenziario dal titolo Il giudizio di pericolosità sociale nell'applicazione delle misure di sicurezza. Teoria e prassi, relatore Dr. Luca Bresciani, correlatore Prof. Enrico Marzaduri.

 

Titoli e abilitazioni

 

Abilitazione all'esercizio della professione di Avvocato conseguita in Firenze in data 22 Gennaio 2009.

Titolo di mediatore civile e commerciale conseguito in data 16.02.2012.

           

Relazioni a convegni e congressi

 

4 Maggio 2013: intervento come relatore al convegno Il giudizio direttissimo - aspetti problematici e strategie difensive organizzato dalle Camere Penali della Romagna e accreditato dal Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Forlì-Cesena.

 

Docenza

 

Anno accademico 2012-2013: Docente di diritto penale processuale (n. 2 moduli pratici) nella Scuola di specializzazione per le professioni legali dell'Università di Pisa.

 

PUBBLICAZIONI

 

Contributi in opere collettanee

 

La tutela della libertà sessuale del maggiorenne, in Stefano Tovani e Alessandro Trinci (a cura di), I delitti contro la libertà sessuale Torino, Giappichelli, in corso di pubblicazione;

I delitti contro il patrimonio immobiliare (coautore Alessandro Trinci), in Mario De Giorgio, Mario Guagliani e Stefano Tovani (a cura di), I reati contro il patrimonio, Torino, Giappichelli, 2010.

 

Monografie

 

Il giudizio direttissimo (coautore Alessandro Trinci), Milano, Giuffrè, 2013;

 

Articoli in riviste giuridiche

 

Commento agli artt. 2, comma 27 e 2, comma 28 (pp. 375-390) in Stefano Tovani e Alessandro Trinci (a cura di), Il pacchetto sicurezza - commento organico alla legge 15 luglio 2009, n. 94, recante modifiche l codice penale, al codice di procedura penale ed alla legislazione speciale (in materia, tra l'altro, di stranieri, codice della strada, misure di prevenzione), Roma, Dike Giuridica Editrice,  2010; 

È illegittimo il ricorso per cassazione proposto dal procuratore generale avverso le ordinanze del Tribunale della libertà pronunciatosi quale giudice di appello in ordine ai provvedimenti cautelari emessi dalla Corte d'Appello, in Strumentario Avvocati - rivista di diritto e procedura penale, Napoli, Diritto Italia, 2010;

Le Sezioni Unite escludono la necessità di procedere all'interrogatorio di garanzia dell'imputato, allorché la misura della custodia cautelare sia disposta per la prima volta dopo la sentenza di condanna in primo grado, in Strumentario Avvocati - rivista di diritto e procedura penale, Napoli, Diritto Italia, 2009.