ISSN 2039-1676


ISSN 2039-1676


Eliana Greco


Dottoranda di ricerca in diritto penale

Laureatasi in giurisprudenza nell'ottobre 2010, è, dall'A.A. 2014/2015, dottoranda di ricerca in diritto penale presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore, sede di Milano (Scuola di Dottorato "Impresa, Lavoro e Istituzioni", XXX ciclo; coordinatore: Prof. Gabrio Forti; tutor: Prof. Matteo Caputo), dove sviluppa un lavoro di ricerca in tema di colpa di organizzazione e responsabilità dell'ente in materia ambientale; presso la stessa Università è cultrice di diritto penale e criminologia, per le cattedre del Prof. Gabrio Forti. E', dal novembre 2014, membro del "Centro Studi Federico Stella sulla giustizia penale e la politica criminale" (CSGP).

Collabora, altresì, con la cattedra di diritto penale avanzato dell'Università del Salento (Prof. Matteo Caputo) e con la cattedra di Istituzioni di diritto penale dell'Università di Bologna (Prof. Vittorio Manes).

E', nell'A.A. 2012/2013, collaboratrice di docenza (tutor) presso la Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali dell'Università del Salento.

Nata nel 1986, consegue la maturità classica nel 2005, con la valutazione di 100/100 e conferimento della menzione di merito.

Si iscrive, nell'Anno Accademico 2005/2006, alla facoltà di Giurisprudenza dell'Università del Salento, conseguendo, nel 2008, la laurea triennale in Scienze Giuridiche, con la votazione di 110/110 e lode e, nel 2010, la laurea specialistica, sempre con la votazione di 110/110 e lode (tesi di ricerca in diritto penale dell'economia, dal titolo "Sanzioni patrimoniali e confisca. Il declino di una ortodossia"; relatore Prof. Vittorio Manes).

E', inoltre, vincitrice del concorso pubblico per i corsi ordinari, di primo e secondo livello, della Scuola Superiore ISUFI (scuola d'eccellenza dell'Università del Salento), settore Euromediterranean School of Law and Politics.

Nel 2009 consegue, col massimo dei voti, il diploma di licenza ISUFI di primo livello e, nel 2011, con la medesima valutazione, quello di secondo livello.

Nell'estate del 2009 svolge un periodo di ricerca-tesi a Strasburgo, presso la Corte Europea dei diritti dell'Uomo e, nel successivo autunno, partecipa (unica studentessa italiana) al progetto Emerging Leadership Peace Program, con sede a Oslo.

Viene ammessa, nel 2010, alla Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali dell'Ateneo leccese, conseguendo il relativo diploma nel luglio 2012, con la votazione di 70/70.

E', nell'aprile 2013, tra i cinque vincitori del "Premio Vittorio Aymone", attribuito agli specialisti con le valutazioni più alte nelle discipline penalistiche, per l'Anno Accademico 2011/2012 della Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali.

Consegue, nel novembre 2013 (sessione d'esami scritti del dicembre 2012), l'abilitazione all'esercizio della professione forense e, dal 2014, è avvocato iscritto al Foro di Lecce.

Collabora con l'attività dell'Osservatorio sulle recenti decisioni della Corte Europea dei diritti dell'uomo e della Suprema Corte degli Stati Uniti, per la rivista Ius17@unibo.it. Studi e materiali di diritto penale.

 

PUBBLICAZIONI

E. Greco, «Ragione strumentale» vs. «ragione etica», tra profili non coercibili di autodeterminazione soggettiva e «legittimazione procedurale» degli atti eutanasici cc.dd. "passivi" (Nota a Corte europea dei diritti dell'uomo, Grande Camera, sentenza del 5 giugno 2015, Lambert e altri v. Francia), in Rivista italiana di medicina legale (e del diritto in campo sanitario), n. 2/2016 (in corso di pubblicazione);

 

E. Greco, Recensione a F. Cembrani, Quando la medicina diventa misericordia. Ridare senso alla relazione di cura, Marietti, Genova, 2015, in Rivista italiana di medicina legale (e del diritto in campo sanitario), n. 2/2016 (in corso di pubblicazione);

 

E. Greco, Nota a C. Cass., Sezione I pen., sentenza n. 50092/14 del 14 ottobre 2014 - 1 dicembre 2014 - Pres. Siotto - Rel. ed Est. La Posta, in Rivista italiana di medicina legale (e del diritto in campo sanitario), n. 1/2015, pp. 225-234;

 

E. Greco, Nota a C. Cass., Sezione IV pen., sentenza n. 2347/14 del 27 novembre 2013 - 20 gennaio 2014 - Pres. Zecca - Est. e Rel. Massafra e a  C. Cass., Sezione IV pen., sentenza n. 4058/14 del 12 dicembre 2013 - 29 gennaio 2014 - Pres. Brusco - Est. e Rel. Dell'Utri, in Rivista italiana di medicina legale (e del diritto in campo sanitario), n. 2/2014, pp. 669-677;

 

E. Greco, Sull'applicabilità dell'articolo 640 co. 2 n. 1) c. p. alle società miste. Brevi considerazioni a margine della sentenza C. Cass., II Sez. penale, 30 ottobre 2012, n. 42408, Rel. Fiandanese; ric. Caltagirone Bellavista, in Diritto penale contemporaneo (Rivista trimestrale), n. 4/2013, pp. 205-218.