ISSN 2039-1676

logo università Bocconi
logo università degli studi di Milano
con la collaborazione scientifica di

ISSN 2039-1676


Antonio Balsamo


Magistrato

E' presidente della I Sezione della Corte di Assise e della Sezione Misure di Prevenzione presso il tribunale di Caltanissetta. E', inoltre, Presidente dell'Human Rights Review Panel della Missione EULEX (la più grande missione civile promossa dall'Unione Europea nell'ambito della Politica Europea di Sicurezza e Difesa, con l'obiettivo di assistere e sostenere le autorità del Kosovo nella costruzione di uno Stato di diritto).

Attività giudiziaria

Nato nel 1964, si è laureato in giurisprudenza nel 1986 con una tesi di diritto costituzionale sul tema "La presidenza Pertini e le crisi di governo".
E' entrato in magistratura dal 1991. Il suo primo incarico è stato quello di Pretore di Palermo, dove ha trattato procedimenti per usura, omicidi colposi, infortuni sul lavoro, diritto penale dell'ambiente.
Dal 1995 al 2008 è stato giudice del Tribunale di Palermo, dove ha prestato servizio:
- presso la Quinta Sezione Penale, trattando il processo Andreotti, il processo contro Abramo Francesco + 26 scaturito dall'operazione "San Lorenzo" per mafia, riciclaggio ed estorsioni, e numerosi altri processi per associazione mafiosa, reati contro la pubblica amministrazione, traffico di stupefacenti;
- presso la Sezione Misure di Prevenzione, dove ha presieduto il collegio in alcuni dei maggiori procedimenti per l'applicazione di misure patrimoniali antimafia;
- presso la Corte di Assise, trattando il processo per l'omicidio del cronista giudiziario del Giornale di Sicilia Mario Francese (ucciso da "Cosa Nostra" per il suo coraggioso impegno nel "giornalismo di inchiesta"), il processo contro Agrigento +33 per la guerra di mafia degli anni '80 (indicato dalla stampa come "l'ultimo dei maxiprocessi"), il processo contro Agrigento + 14 per gli omicidi commessi a San Giuseppe Jato e zone limitrofe contro imprenditori e persone vicine a collaboratori di giustizia, il processo contro Leoluca Bagarella e altri per l'omicidio del Brigadiere Antonino Burrafato (comandante della polizia penitenziaria presso il carcere di Termini Imerese), il processo contro Battaglia Giovanni + 6 per l'omicidio della più giovane vittima di mafia (il piccolo Andrea Savoca, assassinato all'età di quattro anni), il processo a carico di Benedetto Spera, e diversi altri dibattimenti;
- presso la Terza Sezione Penale del Tribunale, trattando - tra l'altro - il processo "grande mandamento" a carico di Provenzano Bernardo ed altri, ed il procedimento penale a carico di Spadaro Francesco e altri per le attività estorsive in danno del titolare dell'Antica Focacceria San Francesco.
Dal dicembre 2007 al settembre 2011 ha prestato servizio come magistrato di tribunale destinato alla Corte di Cassazione, dove ha fatto parte anche del gruppo di lavoro interistituzionale (composto da rappresentanti della Corte di Cassazione, della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero della Giustizia, della Corte Costituzionale, della Camera dei deputati, del Senato della Repubblica) incaricato della implementazione dell'archivio della giurisprudenza della Corte europea dei diritti dell'uomo presso il CED.

Altre attività scientifiche, internazionali e di collaborazione istituzionale

E' stato componente della Commissione ministeriale per la Riforma del Codice Penale, presieduta da Giuliano Pisapia.
E' componente del Consiglio Scientifico Regionale dell'ISISC (Istituto Superiore Internazionale di Scienze Criminali) e socio onorario del LA.P.E.C. (Laboratorio permanente per l'esame e il controesame).
E' componente del Comitato scientifico della rivista "Archivio penale", della redazione della rivista "Processo Penale e Giustizia", del Comitato di direzione della rivista "Rassegna Amministrativa Siciliana". Cura - insieme a Eugenio Selvaggi, Ersilia Calvanese, Gaetano De Amicis e Luca De Matteis - la sezione del "panorama internazionale" della rivista "Cassazione Penale", dedicata all'analisi della giurisprudenza delle Corti europee ed internazionali.
E' docente di diritto penale nella Scuola di specializzazione per le professioni legali della LUMSA.
E' componente della Giunta Esecutiva Centrale dell'ANM.
E' stato consulente dell'Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (IOM) nell'ambito del progetto "Supporting Turkey's efforts to combat human trafficking", esperto italiano nel Progetto europeo riguardante la riforma del processo penale della Repubblica di Bulgaria, esperto italiano nell'ambito del progetto europeo per la istituzione di una Procura specializzata nella lotta contro criminalità organizzata e corruzione in Macedonia.
E' stato componente del Comitato Scientifico del CSM e referente per la formazione professionale dei magistrati della Corte di Cassazione.

PUBBLICAZIONI

Monografie

BALSAMO - R. E. KOSTORIS (a cura di), Giurisprudenza europea e processo penale italiano, Giappichelli, 2008; nell'ambito di tale volume, lo scrivente è altresì coautore dei capitoli sui seguenti temi: "La protezione della persona offesa tra Corte europea, Corte di giustizia delle comunità europee e carenze del nostro ordinamento" (con Sandra Recchione); "Principio del contraddittorio, utilizzabilità delle dichiarazioni predibattimentali e nozione di testimone tra giurisprudenza europea e criticità del sistema italiano" (con Angela Lo Piparo); "Le intercettazioni, tra garanzie formali e sostanziali" (con Andrea Tamietti);

A. BALSAMO - C. MALTESE, Il Codice antimafia, Giuffrè, 2011;

A. BALSAMO - V. CONTRAFATTO - G. NICASTRO, Le misure patrimoniali contro la criminalità organizzata, Giuffrè, 2010;

A. BALSAMO - A. LO PIPARO, La prova "per sentito dire". La testimonianza indiretta tra teoria e prassi applicativa, Giuffrè, 2004;

Altre pubblicazioni

in lingua inglese:

Organised crime today: the evolution of the Sicilian mafia, in Journal of Money Laundering Control, 2006, n. 4;

in lingua spagnola:

La formación de los magistrados en Italia: líneas maestras y objetivos formativos. Perspectivas de derecho comparado, in Jueces para la Democracia. Información y Debate, 2008, n. 63;

in materia di diritto europeo, internazionale e comparato: 

"Processo equo" e utilizzazione probatoria delle dichiarazioni dei testimoni assenti: le divergenti tendenze interpretative della Corte di Cassazione italiana e della Corte Suprema del Regno Unito, in Cassazione Penale, 2011, n. 12;

La prescrizione del reato nel sistema italiano e le indicazioni della Corte europea: fine di un equivoco?, (commento redatto insieme con la collega Luisa Trizzino), in Cassazione Penale, 2011, n. 7-8;

Il rapporto tra indipendenza del pubblico ministero e tutela della libertà personale nella giurisprudenza della Corte europea dei diritti dell'uomo, (commento redatto insieme con la collega Luisa Trizzino), in Cassazione Penale, 2011, n. 3;

Scienza giuridica e diritto europeo: il ruolo del giudice, nel volume di AA.VV., Scienza giuridica e prassi, a cura di L. Vacca, Jovene, 2011;

La Magna Carta dei giudici (e dei pubblici ministeri): la separazione dei poteri fra tradizione e modernità, in Criminalia, 2010;

La costruzione di un modello europeo di prova dichiarativa: il "nuovo corso" della giurisprudenza e le prospettive aperte dal Trattato di Lisbona, (articolo redatto insieme con la collega Sandra Recchione), in Cassazione Penale, 2010, n. 10;

La formazione dei magistrati: linee-guida e obiettivi formativi. Profili di diritto comparato, in Sociologia del diritto, 2010, n. 2;

La trattazione pubblica del procedimento di prevenzione dopo le sentenze della Corte di Strasburgo e della Corte costituzionale (osservazioni alla sentenza della Corte europea dei diritti dell'uomo del 2/2/2010, Leone c. Italia), in Cassazione Penale, 2010, n. 6;

Il diritto alla vita e la responsabilità dei magistrati: il caso Izzo davanti alla Corte di Strasburgo, in Cassazione Penale, 2010, n. 4;

La Cassazione e il caso Calipari (commento redatto insieme a Silvana Vanadia), in Cassazione Penale, 2009, n. 11;

Intercettazioni: gli standard europei, la realtà italiana, le prospettive di riforma, in Cassazione Penale, 2009, n. 10;

La Corte europea e la confisca contro la lottizzazione abusiva: nuovi scenari e problemi aperti (commento redatto insieme alla collega Cinzia Parasporo), in Cassazione Penale, 2009, n. 7-8;

Terrorismo internazionale, congelamento dei beni e tutela dei diritti fondamentali nell'interpretazione della Corte di giustizia (commento redatto insieme al collega Gaetano De Amicis), in Cassazione Penale, 2009, n. 1;

La speciale confisca contro la lottizzazione abusiva davanti alla Corte europea, in Cassazione Penale, 2008, n. 9;

Operazioni sotto copertura ed equo processo: la valenza innovativa della giurisprudenza della Corte europea dei diritti dell'uomo, in Cassazione Penale, 2008, n. 6;

L'incidenza riflessa della normativa comunitaria e la parziale "neutralizzazione" della tutela penale del diritto d'autore, in Cassazione Penale, 2008, n. 4;

La collaborazione attiva dei professionisti per la lotta al riciclaggio: punti fermi e problemi aperti dopo l'intervento della Corte di Giustizia europea, in Cassazione Penale, 2008, n. 2;

Il difficile bilanciamento tra libertà di informazione e tutela del segreto istruttorio: la valorizzazione del parametro della concreta offensività nel nuovo orientamento della Corte Europea, (commento redatto insieme alla collega Sandra Recchione), in Cassazione Penale, 2007, n. 12;

Il rapporto tra forme "moderne" di confisca e presunzione di innocenza: le nuove indicazioni della Corte europea dei diritti dell'uomo, in Cassazione Penale, 2007, n. 10;

Intercettazioni telefoniche al vaglio della Corte europea dei diritti dell'uomo, in Cassazione Penale, 2007, n. 10;

La Cassazione e il caso Dorigo: nuovi orizzonti della giurisdizione penale nella tutela dei diritti fondamentali garantiti dalla Convenzione europea, in Rivista di diritto processuale, 2007, n. 4;

La cultura della prova del giudice nazionale e l'interpretazione conforme alla convenzione europea dei diritti dell'uomo, in Giurisprudenza di Merito, 2007, n. 7/8;

Misure contro il terrorismo: risarcimento del danno per erronea inclusione nelle liste dei soggetti coinvolti in atti terroristici (osservazioni a Corte di Giustizia delle Comunità europee, Grande Sezione, 27 febbraio 2007, Gestoras Pro Amnistia ed altri c. Consiglio dell'Unione Europea), in Cassazione Penale, 2007, n. 7-8;

Ancora su contumacia e dichiarazioni predibattimentali (osservazioni a Corte europea dei diritti dell'uomo, Sez. III, 8 febbraio 2007, Kollcaku c. Italia), in Cassazione Penale, 2007, n. 7-8;

La dimensione garantistica del principio di irretroattività e la nuova interpretazione giurisprudenziale "imprevedibile": una "nuova frontiera" del processo di "europeizzazione" del diritto penale, in Cassazione Penale, 2007, n. 5;

Le corti europee e la responsabilità degli stati per i danni da operazioni belliche: inter arma silent leges? , in Cassazione Penale, 2007, n. 5;

Terrorismo internazionale: verso la valorizzazione del controllo giurisdizionale sul congelamento dei beni, in Cassazione Penale, 2007, n. 3;

La prevenzione ante-delictum, nel volume di AA.VV., Contrasto al terrorismo interno e internazionale, a cura di R.E. Kostoris e R.Orlandi, Giappichelli, 2006;

Testimonianze anonime ed effettività delle garanzie sul terreno del «diritto vivente» nel processo di integrazione giuridica europea, in Cassazione Penale, 2006, n. 9;

La Corte Europea dei Diritti dell'Uomo e il principio del contraddittorio: fra tradizione e innovazione, in Cassazione Penale, 2006, n. 9;

"Giusto processo", cultura della prova e costruzione dell'identità europea del giudice, in Nuove Autonomie, 2006;

La Convenzione Europea dei Diritti dell'Uomo e le dichiarazioni «irripetibili»: ovvero la crisi delle «abitudini» nell'interpretazione delle norme processuali, (commento redatto insieme alla collega Angela Lo Piparo), in Cassazione Penale, 2006, n. 2;

L'art. 12-quinquies della l. n. 356/1992 e la tutela del sistema economico contro le nuove strategie delle organizzazioni criminali: repressione penale "anticipata" e prospettive di collaborazione internazionale, (commento redatto insieme al collega Gaetano De Amicis), in Cassazione Penale, 2005, n. 6;

Le contestazioni nei sistemi di common law e nel processo penale italiano: la ricerca di un 'giusto' equilibrio tra scrittura e oralità, (articolo redatto insieme alla collega Angela Lo Piparo), in Diritto Penale e Processo, 2005, n. 4;

Contro la tratta dei nuovi schiavi c'è l'esigenza di risposte comuni, e Delineata una strategia di lotta adeguata  (commenti sulla convenzione del Consiglio d'Europa sulla lotta contro la tratta di esseri umani) in Diritto comunitario e internazionale, 2005, n. 4;

Passa la procedura senza formalità, (commento redatto insieme al collega Gaetano De Amicis sulla decisione quadro del Consiglio dell'Unione Europea 2005/214/JHA del 24 febbraio 2005 sull'applicazione del principio del reciproco riconoscimento alle sanzioni pecuniarie) in Diritto comunitario e internazionale, 2005, n. 3;

Una misura presa nell'interesse collettivo che incide sul semplice utilizzo del bene (commento sulla sentenza emessa il 21 settembre 2005 dal Tribunale di primo grado delle Comunità europee, in materia di congelamento dei beni di soggetti associati alla rete terroristica Al-Qaeda), in Diritto comunitario e internazionale, 2005, n. 6;

La destinazione delle somme di denaro fa scattare il finanziamento del terrore e Legali: una parola certa sui confini del segreto (commenti sulla direttiva europea 2005/60/CE del 26 ottobre 2005, relativa alla prevenzione dell'uso del sistema finanziario a scopo di riciclaggio dei proventi di attività criminose e di finanziamento del terrorismo) in Diritto comunitario e internazionale, 2006, n. 1;

È necessario che le prove così acquisite non siano determinanti per la responsabilità (commento sulla sentenza emessa il 20 aprile 2006 dalla Corte Europea dei Diritti dell'Uomo nel caso Carta contro Italia, in tema di compatibilità con i principi dell'equo processo, sanciti dall'articolo 6 della CEDU, dell'utilizzazione, come prova, delle dichiarazioni rese, nel corso delle indagini, da un soggetto successivamente sottrattosi al controesame della difesa), in Guida al Diritto, 2006, n. 21;

Le misure patrimoniali nelle realtà locali e nel processo di integrazione giuridica europea, in Enti Pubblici, 2005, n. 10, e in Atti del Convegno di studi sul tema "Il buon andamento nell'amministrazione degli enti locali territoriali e la lotta alla delinquenza organizzata", Palermo, 2005;

Nuove prospettive per il sequestro e la confisca antimafia nel contesto europeo, in Il Merito, 2005, n. 2;

La rilevanza degli atti ispettivi nei sistemi processuali, in Atti del Convegno professionale sul tema "le garanzie costituzionali nei procedimenti ispettivi degli organi pubblici", Palermo, 2005.

sulla legislazione antimafia: 

Gravi indizi di colpevolezza ed indizi di appartenenza ad associazioni mafiose: diversità di accertamenti e connessioni tra giudizio cautelare e procedimento di prevenzione, (capitolo redatto insieme alla collega Vania Contrafatto), nel volume di AA.VV., La giustizia penale differenziata. Gli accertamenti complementari, a cura di M. Montagna, Giappichelli, 2011;

Verso il Codice antimafia, nel volume di AA.VV., I costi dell'illegalità. Mafia ed estorsioni in Campania, a cura di G. Di Gennaro e A. La Spina, Il Mulino, 2010;

La istituzione dell'agenzia nazionale per l'amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, in Cassazione Penale, 2010, n. 6;

Presente e futuro nelle attività di contrasto al crimine dei colletti bianchi: i segnali di cambiamento, tra luci e ombre, nel volume di AA.VV., Criminalità dei potenti e metodo mafioso, a cura di A. Dino, Milano 2009;

Le prospettive di riforma del sistema delle misure patrimoniali, nel volume di AA.VV., I costi dell'illegalità. Mafia ed estorsioni in Sicilia, a cura di A. La Spina, Il Mulino, 2008;

La disciplina dei subappalti tra lotta alla mafia e tutela dell'iniziativa economica. Le esigenze di riforma, nel volume di AA.VV., Pubblica amministrazione, diritto penale, criminalità organizzata, Giuffrè, 2008;

La tutela degli interessi della collettività in tema di subappalti, in Atti del Convegno di studi sul tema "Fondi Comunitari ed emergenza idrica", Palermo, 2004;

Commento (redatto insieme a Maurizio Bellacosa) alle norme in materia di subappalto e di obblighi di certificazione antimafia, nel volume di AA.VV., La nuova legge sugli appalti pubblici in Sicilia. Profili amministrativi, penali e contabili. Commentario, a cura di R. Conti, IPSOA, 2003;

Misure di prevenzione patrimoniali. Prospettive di riforma e principi del "giusto processo", in Questione Giustizia, 2002, n. 3 (numero monografico sul tema: "la mafia tra tradizione e innovazione"), pagg. 687 e ss.;

su altri argomenti di diritto e procedura penale:

Estorsione ed edilizia convenzionata, in Il Foro Italiano, 2009;

Riparazione per ingiusta detenzione, in Trattato di Procedura penale, diretto da G. Spangher, Vol. II - Prove e misure cautelari, Tomo II - Le misure cautelari, a cura di A. Scalfati, Utet, 2008;

Motivazione della sentenza, in Procedura penale, a cura di G. Spangher, I Dizionari Sistematici, Il Sole 24 Ore, 2008;

La prova dichiarativa (articolo redatto insieme con il collega Gastone Andreazza), in Giurisprudenza di Merito, 2006, n. 7/8;

Giusto processo, diritto al silenzio e inutilizzabilità relativa delle dichiarazioni eteroaccusatorie: un equilibrio ragionevole?, (commento redatto insieme al collega Giovanni Francolini), in Il Merito, 2005, n. 3;

La disciplina normativa dell'esercizio abusivo di attività bancaria e finanziaria, (commento redatto insieme al collega Michele Ruvolo), in Il Merito, 2004, n. 3, p. 64 e ss.;

L'autonomia della responsabilità amministrativa dell'ente conseguente al reato, (commento redatto insieme al collega Michele Ruvolo), in Il Merito, 2004, n. 5, p. 68 e ss.;

Diritto alla privacy e svolgimento delle indagini penali, (articolo redatto insieme al collega Giuseppe Pignatone), in Forum Fiscale, 2004, n. 6;

L'utilizzabilità probatoria delle sentenze irrevocabili, (commento redatto insieme al collega Michele Ruvolo), in Il Merito, 2004, n. 11;

La violenza privata nel settore delle relazioni sindacali: condotta criminosa e cause di giustificazione, (commento redatto insieme al collega Michele Ruvolo), in Il Merito, 2004, n. 12;

L'inserimento nella Carta Costituzionale dei principi del "giusto processo" e la valenza probatoria delle contestazioni nell'esame dibattimentale, in Rivista Italiana di Diritto e Procedura Penale, 2002, n. 2, pagg. 471 e ss.;

L'istruttoria dibattimentale e l'attuazione dei principi costituzionali: efficienza, garanzie e ricerca della verità, in Cassazione Penale, 2002, n. 1, pagg. 387 e ss.;

L'identità del giudice e le diverse funzioni della specializzazione, con particolare riferimento ai processi di criminalità organizzata, nel volume di AA.VV., La specializzazione nella giurisdizione, Editrice Pliniana, 2001.

in materia di diritto civile e commerciale:

Assoggettabilità della scissione societaria a revocatoria fallimentare (commento redatto insieme alla collega Monica Stocco), in Diritto e pratica delle società, 2004, n. 17;

Responsabilità degli amministratori: parametri del controllo giudiziale (commento redatto insieme alla collega Clelia Maltese), in Diritto e pratica delle società, 2005, n. 6;

La giurisprudenza di merito sul controllo giudiziario nelle s.r.l. (commento redatto insieme alla collega Clelia Maltese), in Diritto e pratica delle società, 2005, n. 9.