ISSN 2039-1676

logo università degli studi di Milano


20 marzo 2017

La corruzione in Italia oggi, tra prevenzione e repressione: incontro-dibattito con Raffaele Cantone all'Università Statale di Milano (video)

Video integrale dell'incontro organizzato il 15.3.2017 in occasione della IV Giornata sulla Giustizia, in ricordo di Guido Galli

Clicca qui per accedere al video.

Segnaliamo ai lettori che sul portale-video dell'Università degli Studi di MIlano è disponibile la registrazione dell'incontro intitolato "La corruzione in Italia, oggi: tra prevenzione e repressione", svoltosi lo scorso 15 marzo presso l'Ateneo milanese. L'incontro ha visto come relatore principale il Dott. Raffaele Cantone, Presidente dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (A.N.A.C.). Sono inoltre intervenuti, come discussants, il Dott. Edmondo Bruti Liberati (già Procuratore della Repubblica di Milano), il Prof. Gian Luigi Gatta (Ordinario di Diritto penale alla Statale di Milano e Vice Direttore della nostra Rivista), il Prof.  Nando Dalla Chiesa (Ordinario di Sociologia della Criminalità organizzata alla Statale di Milano), la Dott.ssa Serena Uccello (Giornalista del Sole 24 Ore e co-autrice, con Piergiorgio Baita del libro, edito da Einaudi, "Corruzione. Un testimone racconta il sistema del malaffare").

L'incontro - aperto dal Rettore dell'Università degli Studi di Milano, Prof. Gianluca Vago, e moderato dalla Dott.ssa Raffaella Calandra (Radio24) - è stato organizzato in occasione della Giornata sulla Giustizia, giunta alla IV edizione, che la Statale di Milano organizza in ricordo di Guido Galli, magistrato impegnato negli anni '70 nella repressione del terrorismo e docente di Criminologia nell'Ateneo milanese, dove fu ucciso - davanti all'aula 309, con il codice in mano - da un commando di Prima Linea, esattamente 37 anni fa, il 19 marzo 1980.

Nel segnalare la registrazione-video dell'iniziativa dell'Università Statale, Diritto Penale Contemporaneo intende cogliere l'occasione per ricordare anche quest'anno la figura di Guido Galli, magistrato che ha perso la vita a causa del suo lavoro, svolto con professionalità e discrezione: un Maestro per generazioni di magistrati, e non solo. (G.L.G)