ISSN 2039-1676

logo università degli studi di Milano


18 marzo 2015 |

Dolo eventuale: la Cassazione ritorna al passato. Un contrasto solo formale?

Nota a Cass., Sez. I, 28 ottobre 2014 (18 dicembre 2014), n. 52530, Pres. Siotto, Rel. Locatelli, Imp. A.M.

Per leggere la sentenza in commento clicca qui.

Per leggere il contributo a firma di M. Dova, di cui di seguito riportiamo l'abstract e il sommario, clicca sotto su "download documento".

 

Abstract. Con la sentenza in commento, la Corte di cassazione sembra vanificare gli sforzi compiuti dalle Sezioni unite di delimitare i confini del dolo eventuale. Accanto alle perplessità sollevate da un discutibile ritorno al passato, vi è un elemento di ulteriore complicazione: l'accertamento del dolo eventuale diviene fatalmente incerto se riletto alla luce degli indicatori del dolo individuati dalle Sezioni unite. 

 

SOMMARIO: 1. Il dolo eventuale dopo la sentenza delle Sezioni unite: prima pronuncia, prima smentita. - 2. Il caso. - 3. Quale rilievo attribuire ai dubbi sulla capacità d'intendere e di volere? - 4. L'accertamento del dolo nel caso di specie: un sguardo complessivo. - 5. Un incomprensibile ritorno al passato. - 6. Una rilettura del caso alla luce della sentenza delle Sezioni unite. - 7. Conclusioni.