ISSN 2039-1676

logo università degli studi di Milano


Adelmo Manna


Professore ordinario di Diritto Penale

Adelmo Manna è nato a Roma il 12 marzo 1951.

Nel 1976 ha vinto il concorso per assegnista del Ministero della Pubblica Istruzione ed ha esercitato tale funzione nel quadro dell'Istituto di Diritto Penale della Facoltà di Giurisprudenza dell'Università "La Sapienza" di Roma, partecipando a seminari ed aiutando gli studenti nell'elaborazione delle tesi di laurea. Nell'ambito dei seminari egli ne ha organizzato, o comunque partecipato, numerosi su vari temi soprattutto della parte speciale del diritto penale, settore dedicato, appunto, alle esercitazioni.

Nel 1981 ha superato il giudizio di idoneità a ricercatore, poscia confermato, sempre presso l'Istituto di Diritto Penale della Facoltà di Giurisprudenza dell'Università "La Sapienza" di Roma, ed ha svolto le relative mansioni, fra le quali anche quelle già espletate come assegnista, fungendo altresì da relatore nelle commissioni di laurea.

Nel 1992 ha vinto il concorso di seconda fascia, prendendo servizio il 1° novembre 1992, e, come Associato di Istituzioni di diritto e procedura penale presso l'Università degli Studi di Bari, negli anni accademici 1992/93 e 93/94, ha ivi svolto il proprio corso di lezioni, scindendo lo stesso in due parti.

La prima ha avuto ad oggetto i principi del diritto penale, visti in un'ottica principalmente di politica criminale e ciò non solo per non "duplicare", sia pure a livello più elementare, il corso di diritto penale, ma anche per venire incontro agli studenti di scienze politiche.

La seconda ha riguardato i principi e lo svolgersi del nuovo processo penale soprattutto nell'ottica della distinzione fra vecchio processo inquisitorio e nuovo processo accusatorio, con riguardo, altresì, alle modifiche intervenute successivamente al varo del codice di procedura penale del 1989 che ne hanno mutato il volto, spesso di nuovo in senso inquisitorio.

Negli anni accademici 94/95 e 95/96 lo scrivente è stato, invece, delegato dal Consiglio di Facoltà a ricoprire la cattedra di diritto penale presso la sede distaccata di Foggia.

Il corso è stato diviso in due parti: quella generale, tenuta dal sottoscritto, e la parte speciale, oggetto invece di specifici seminari.

Nel 1996 lo scrivente ha anche superato il giudizio di conferma in ruolo.

Dall'anno accademico 1996/97, quando la Facoltà di Giurisprudenza di Foggia si è resa autonoma, sino all'attuale, lo scrivente, trasferendo anche la propria cattedra da Bari a Foggia, è divenuto titolare dell'insegnamento di diritto penale, e, negli ultimi due anni accademici, anche supplente dell'insegnamento di diritto penale commerciale.

Il corso di lezioni di diritto penale, si è svolto sia con riferimento alla parte generale, nel 1° semestre, che con riguardo alla parte speciale, nel 2° semestre, tranne l'attuale anno accademico, ove la parte speciale è tenuta dal titolare della 2^ cattedra, Prof. Mario Zanchetti.

Quanto al corso di diritto penale commerciale, negli ultimi due anni accademici si è svolto sempre nel 1° semestre con particolare riguardo ai reati societari e fallimentari.

Il corso, infine, di diritto penale è stato sempre corredato da cicli annuali di seminari, sia sulla parte speciale, che anche sulla parte generale.

Infine il 15 marzo 2000 ha vinto il concorso di prima fascia per il diritto penale continuando il servizio presso l'Università di Foggia ed il 3 dicembre 2003 è diventato ordinario.