ISSN 2039-1676

logo università degli studi di Milano


Carlo Ruga Riva


Professore Associato di Diritto Penale

Nato a Premosello Chiovenda (VB) il 9.6.1969, ha conseguito la maturità classica presso il Liceo statale V. Tonolli di Verbania; il 12.10.1993 si è laureato in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Milano con una tesi in Diritto Penale (voto 110 e lode), relatore Prof. Emilio Dolcini. 

Dall'1 ottobre 1994 al 31 marzo 1995 ha usufruito di una borsa di studio dell’Università degli Studi di Milano per un soggiorno di studio di sei mesi presso il Max Planck Institut für ausländisches und internationales Strafrecht di Friburgo (Germania). 

Nella primavera del 1995 ha tenuto due relazioni in lingua tedesca sull’argomento oggetto delle sue ricerche comparatistiche (il premio per la collaborazione processuale) in due distinti seminari: 

- presso l’Istituto di Scienze criminali della Goethe Universität di Francoforte (prof. W. Hassemer), con una relazione dal titolo: “Gedanken zur Kronzeugenregelung”; 

- presso il Max-Planck Institut di Friburgo, nell’ambito degli incontri presieduti dal Direttore, Prof. A. Eser, con una relazione dal titolo: “Kronzeugenregelung: Grenzen und Perspektiven”. 

Dal novembre 1993 fino al 1999 ha collaborato con le Cattedre di diritto penale presso l’Università degli Studi di Milano (Professori E. Dolcini e G. Marinucci), tenendo seminari, svolgendo assistenza alla redazione delle tesi di laurea. 

Nel periodo dicembre 1995-settembre 1999 ha svolto funzione di tutor presso la cattedra di diritto penale (Prof. F. Mucciarelli) presso l'Università dell'Insubria, sede di Como, svolgendo attività didattica e di assistenza agli studenti. 

Nel febbraio 1996 ha intrapreso l'XI ciclo del dottorato di ricerca in diritto penale italiano e comparato, con sede amministrativa presso l’Università di Pavia, conseguendo il relativo titolo il 29 maggio 1999. 

Dall’1 gennaio 1999 all’aprile 2001 è stato assegnista di ricerca in diritto penale presso l'Università dell'Insubria, sede di Como; in tale veste ha tenuto numerosi seminari sulla parte speciale del diritto penale (reati contro la persona, il patrimonio e la pubblica amministrazione), e ha organizzato simulazioni processuali. 

L’1 maggio 2001 ha preso servizio come ricercatore di diritto penale presso l'Università degli Studi di Milano-Bicocca, ove ha tenuto i corsi di diritto penale presso la Facoltà di Giurisprudenza e di Psicologia legale presso la Facoltà di Psicologia. 

Nell'ottobre del 2003 ha conseguito il giudizio di idoneità per professore di seconda fascia, IUS 17, presso l'Università degli Studi di Bergamo. 

Nel maggio del 2005 è stato chiamato quale professore associato presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca, ove insegna diritto penale parte speciale e diritto penale dell’ambiente. 

Dal 2007 al 2011 ha insegnato diritto penale presso la scuola di specializzazione per le professioni legali delle Università degli studi di Milano e di Milano-Bicocca. 

Allo studio del diritto penale sostanziale italiano ha affiancato lo studio del diritto penale comparato, specie di lingua tedesca, attraverso costanti soggiorni di studio in Germania, iniziati da studente presso la Goethe Universität di Francoforte (ove ha sostenuto gli esami di criminologia, procedura penale anglo-americana e diritto internazionale privato e processuale), e proseguiti quasi annualmente dopo la laurea presso il Max Planck Institut für ausländisches und internationales Strafrecht di Friburgo (1.10.1994-31.03.1995; 29.11.1995-30.12.1995; 4.11.1996-30.12.1996; 4.5.1998-31.7.1998; 1.4.2000-31.5.2000; 1.4.2001-31.5.2001; 1.5.2002-31.5.2002, agosto 2009) grazie a borse di studio italiane e della stessa Max Planck Gesellschaft; nel luglio 2006 ha trascorso un periodo di studio di un mese, in Spagna, presso l’Universidad de Valencia. 

Nel maggio del 2007 ha trascorso un periodo di studio presso l’Universidad de les Balears, tenendo un ciclo di lezioni sulla evoluzione del diritto penale italiano. 

Nel febbraio 2009 ha trascorso un periodo di studio presso l’Università di Girona, ove ha tenuto due lezioni. 

Ha partecipato, in qualità di membro di apposita unità di ricerca dedicata ai "collaboratori di giustizia e a alla connessa legislazione premiale", al Progetto Comune Europeo di contrasto alla criminalità organizzata - Programma Falcone", co-finanziato dall’Unione europea e promosso da Università, enti di ricerca e Istituzioni italiane, tedesche e spagnole (Università di Palermo, di Madrid, Max Planck Institut). Nell’ambito di tale progetto ha tenuto due relazioni: al Convegno di Palermo il 6 febbraio 1999 e al Convegno di Friburgo il 3 settembre 1999, redigendo inoltre un contributo scritto inserito nella pubblicazione trilingue (italiano, tedesco e inglese) curata dal Prof. V. Militello, dal titolo “Il crimine organizzato come fenomeno transnazionale”. 

Ha tenuto relazioni in altri convegni internazionali (di Lucca, dedicato alla “Criminalità transnazionale fra esperienze europee e risposte penali globali”, con un contributo dal titolo “Il premio per la collaborazione processuale nella proposta Huber”, il 24 maggio 2002; di Avana, Cuba, nell’ambito del X Encuentro Internacional de cienciais penales con una relazione dal titolo Tendencia de politica criminal en Italia, il 23.11.2010) e nazionali, oltre a numerose lezioni presso Università italiane, estere (Università delle Baleari, Università di Girona), corsi di dottorato e master. 

Ha partecipato come delegato ICEF al World Congress on Justice, Law and Sustainible Development tenutosi a Rio de Janeiro dal 16 al 23 giugno 2012. 

Il 29 giugno 2012 ha tenuto una lezione, nell’ambito del Judicial Training and Research on Eu Crimes against environment and maritime pollution, dal titolo Criminal sanctions in pollution cases: Problem arising from transposition of EU Directive 2088(99 in Italy, Adritic Sea Countries and Bulgaria, presso l’Università del Salento, Lecce. 

Il 27 ottobre 2012 nell’ambito del medesimo progetto di ricerca europeo, ha svolto le conclusioni e illustrato le proposte destinate a migliorare la cooperazione tra Stati, magistrature e organi amministrativi dei vari Paesi coinvolti. 

Ha partecipato ad una ricerca PRIN 2003 dedicata alla riforma della parte speciale del codice penale coordinata a livello nazionale dal Prof. Donini, e a livello locale dal Prof. Pulitanò. 

Ha partecipato ad una ricerca PRIN 2006 coordinata dal Prof. Pulitanò dedicato al principio di legalità. 

Ha partecipato ad un progetto di ricerca PRIN 2008 coordinato dal Prof. Pulitanò dedicato al rapporto tra scienza e diritto. 

È membro del Club Giuristi per l’Ambiente. 

Possiede buona conoscenza della lingua tedesca, inglese e spagnola. 

Ha pubblicato diverse opere (commenti al codice penale, voci enciclopediche, note a sentenza, saggi, articoli, tre monografie ed un manuale), e ha curato un lavoro collettaneo, spaziando da temi di parte generale (cause di non punibilità, colpa, forme atipiche di clemenza, principio di legalità) a temi di parte speciale (reati contro la personalità dello stato, turbata libertà del commercio, profili penali dello sciopero, abusivismo finanziario, reati urbanistici), approfondendo in particolare il tema della premialità, delle cause di non punibilità e del diritto penale dell’ambiente. 

PUBBLICAZIONI

voce "Turbata libertà dell'industria o del commercio", per il Digesto delle discipline penalistiche, UTET, IV edizione, vol. XIV Penale, Torino, 1998, e relativo aggiornamento in CD Digesto ipertestuale UTET; 

Commento agli artt. 242-256, 263-269, 289 bis- 294, 306-313 del codice penale per il “Codice penale commentato” - curato da E. Dolcini e G. Marinucci, Milano, 1999. 

Kronzeugen und Kronzeugenregelung: Die italienischen Erfahrungen, in Militello-Arnold-Paoli (a cura di), in Organisierte Kriminalitaet als transnationales Phaenomen, Freiburg i. Br., 2000, pp. 321-325. 

voce "Sciopero (profili penalistici dello)" per il Digesto delle discipline penalistiche, UTET, Aggiornamento, Torino, 2000, e relativo aggiornamento in CD Digesto ipertestuale UTET. 

Principio di affidamento e certificato di omologazione, in Rivista italiana di diritto e procedura penale, 2000, 771ss. 

Sciopero degli avvocati e modifiche alla legge sui servizi pubblici ufficiali, in Diritto penale e processo, 2000, 763ss. 

I collaboratori di giustizia e la connessa legislazione premiale in Italia e in altri ordinamenti europei, in Il crimine organizzato come fenomeno trasnazionale. Forme di manifestazione, prevenzione e repressione in Italia, Germania e Spagna, a cura di Militello, Paoli e Arnold, Milano- Freiburg i. Br., 2000, 345 ss. 

Juridicals Benefits for Accomplices-Witnesses for the Prosecution: The Italian Experience (Summary), in Towards a european criminal law against organised crime, a cura di Militello e Huber, Freiburg i. Br., 2001, 125 ss. 

L'abusivismo finanziario: questioni giurisprudenziali e profili di illegittimità costituzionale, in Rivista trimestrale di diritto penale dell'economia, 2001, 532 ss. 

Il premio per la collaborazione processuale, Milano, 2002. 

Il condono edilizio dopo la sentenza della Corte costituzionale: più poteri alle Regioni in materia penale? nota a Corte cost. n. 196/2004, in Diritto penale e processo, n. 9/2004, 1104 ss. 

Sanatorie, condoni, "indultino": forme e limiti costituzionali dell'impunità retroattiva, in Rivista trimestrale di diritto penale dell’economia, 2004, 191 ss. 

Il premio per la collaborazione processuale nella proposta Huber, in Criminalità transnazionale fra esperienze europee e risposte penali globali, Milano, Giuffrè, 2005, 283 ss. 

Droga e immigrazione: il diritto penale ingiusto, i suoi giudici e i suoi studiosi, in Critica del diritto n. 2-3-4, 2005, 228 ss. 

Principio di precauzione e diritto penale. Genesi e contenuto della colpa in contesti di incertezza scientifica, in Studi in onore di Giorgio Marinucci, II, Milano, 2006, 1743-1777. 

La nuova legge sulla droga: una legge “stupefacente” in nome della sicurezza pubblica, in RIDPP, 2006, 234-262. 

voce Premialità (dir. pen), in Dizionario di diritto pubblico, diretto da S. Cassese, Milano, 2006, 4421-4431. 

Commento agli artt. 242-256, 263-269, 289 bis- 294, 306-313 del codice penale per il “Codice penale commentato con DVD-Rom”, curato da E. Dolcini e G. Marinucci, II ed., Milano, 2006. 

Condono edilizio e condono ambientale: questioni applicative e profili costituzionali alla luce dell’art. 117, comma 2, lett. l), Cost., in Cassazione penale, 2007, 843-858. 

Io ti assolvo nel nome del sindacato:un’inedita ipotesi di sanatoria previdenziale subordinata ad accordo sindacale, in Dir pen. e proc. 2007, 955-958. 

Droga: Il superamento dei limiti tabellari non costituisce prova della finalità di spaccio, in Corriere del Merito, n. 10/2007, 1173-1179

Diritto penale e leggi regionali dopo la riforma del titolo V della Cost.: esiste ancora il monopolio punitivo statuale?, in RUGA RIVA (a cura di), Ordinamento penale e fonti non statali. L’impatto dei vincoli internazionali, dgli obblighi comunitari e delle leggi regionali sul legislatore e sul giudice penale, Milano, 2007, 215-264. 

Diritto penale e leggi regionali dopo la riforma del titolo V della Cost.: esiste ancora il monopolio punitivo statuale?, in Riv. it. dir. e proc. pen. 2007, 648-688. 

Il ruolo della decisione quadro nell’interpretazione del diritto interno e nel giudizio di legittimità costituzionale: l’esempio della legislazione antidroga, in SGUBBI INSOLERA (a cura di), L’interpretazione conforme al diritto comunitario in materia penale, Bologna, 2007. 

Regioni e diritto penale. Interferenze, casistica, prospettive, Milano, 2008. 

Il lavavetri, la donna col burqa e il Sindaco. Prove atecniche di “diritto penale municipale” ,in Riv. it. dir. e proc. pen. 2008, 133 ss. 

Attività finanziarie abusive, in L. DE ANGELIS-N. RONDINONE (a cura di), La tutela del risparmio nella riforma dell’ordinamento finanziario, Torino, 2008, 655-660. 

Un tram (ATM) chiamato desiderio: lo sciopero “selvaggio” nel settore dei trasporti non è reato, in Foro ambrosiano, 2008, n. 4, 388 ss. 

Modifiche in materia di diritto penale sostanziale, Omicidio colposo e lesioni personali colpose, in O. MAZZA – F. VIGANO’, Misure urgenti in materia di sicurezza pubblica (d.l. 23 maggio 2008, n. 92 conv. in legge 24 luglio 2008, n. 125), Torino, 2008. 

Una nuova parola d’ordine: lotta senza quartiere contro l’”illegalità diffusa”, in O. MAZZA – F. VIGANO’, Il “Pacchetto sicurezza” 2009, Torino, 2009, 131-151; 

La collaborazione premiata in O. MAZZA – F. VIGANO’, Il “Pacchetto sicurezza” 2009, Torino, 2009, 131-151; 387-394. 

E’ costituzionalmente legittima la disciplina penale “campana” in materia di rifiuti?, in lexambiente.it, pubblicata nel novembre 2008 e in www.forumcostituzionale.it, nel maggio 2009. 

La premialità nell’ordinamento penale, in Saggi in ricordo di Aristide Tanzi, Milano, Giuffrè, 2009. 

Sindaci-sceriffi, cittadini vigilantes e medici spioni: verso la pervasività delle forme di controllo penale, in ACQUAROLI (a cura di), Il diritto penale municipale, Macerata, 2009, 73-87. 

Diritto penale e ordinanze sindacali. Più sanzioni per tutti, anche penali?, in Le Regioni, n. 1-2 2010, 385-396; 

L’obbligo di impedire il reato ambientale altrui. Osservazioni sulla asserita posizione di garanzia del proprietario, in S. VINCIGUERRA-F. DASSANO (a cura di), in Scritti in memoria di Giuliano Marini, Napoli, 2010, 859-874. 

Stupefacenti e doping, capitolo 9, in PULITANO’, (a cura di), Parte speciale, volume I, Tutela penale della persona, 2011, 171-198. 

L’obbligo di impedire il reato ambientale altrui. Rassegna giurisprudenziale sulla posizione di garanzia del proprietario e del pubblico ufficiale rispetto a reati ambientali commessi da terzi, in www.lexambiente.it, 07.03.2011. 

Il recepimento delle direttive comunitarie sulla tutela penale dell’ambiente: grandi novità per le persone giuridiche, poche per le persone fisiche, in www.lexambiente it, aprile 2011. 

Il decreto legislativo di recepimento delle direttive comunitarie sulla tutela penale dell’ambiente: nuovi reati, nuova responsabilità degli enti da reato ambientale, in www.penalecontemporaneo.it e in www.lexambiente.it, agosto 2011. 

Diritto penale dell’ambiente, Giappichelli, Torino, 2011. 

Commento agli artt. 242-256, 263-269, 289 bis- 294, 306-313 del codice penale per il “Codice penale commentato” - curato da E. Dolcini e G. Marinucci, Milano, III ed., 2011. 

Inosservanza di provvedimenti dell’autorità e ordinanze sindacali in materia di sicurezza urbana: nuove questioni, vecchi problemi, in Studi in onore M. Romano, III, Napoli, 2011, 1685-1700. 

Reato di omessa bonifica e D.lgs. n. 231/2001: la bonifica giova (anche) all’ente?, in A&S, 2012, n. 5, 412 ss. 

L’omessa bonifica nella giurisprudenza della Corte di Cassazione: un caso di analogia in malam partem?, in Riv.it. dir. e proc. pen., 2012, 397 ss. 

Rio+20, Rapporto sull’evento, in www.lexambiente.it. Luglio 2012.