ISSN 2039-1676

logo università degli studi di Milano

Home > Aree > Minoranze e immigrazione

minoranze e immigrazione


I rapporti tra sistema penale e minoranze etniche, linguistiche, culturali, religiose sono da qualche tempo oggetto dell’attenzione privilegiata anche degli studiosi italiani. In che misura può e deve il diritto penale farsi carico delle diversità culturali nella formulazione delle norme incriminatrici e/o nel riconoscimento di cultural defences, nonché nella fase cruciale di commisurazione della pena? È il diritto penale uno strumento idoneo allo scopo di tutelare le minoranze culturali e religiose contro discriminazioni e hate crimes? Può avere il diritto penale un ruolo legittimo nella regolamentazione dei flussi migratori, e quali dovrebbero essere i convenienti rapporti tra diritto penale e diritto dell’immigrazione, anche in relazione alle esigenze di contrasto del terrorismo di matrice religiosa? E, ancora, in che misura l’istituzione carceraria e, in generale, l’esecuzione della pena deve essere calibrata su una realtà in cui una percentuale sempre più significativa di condannati o di imputati sottoposti a misure cautelari è rappresentata da stranieri? A queste e a molte altre questioni correlate, cui del resto la nostra rivista ha dedicato particolare attenzione sin dalla sua nascita, è dedicata la presente sezione, curata dal prof. Luca Masera dell'Università degli Studi di Brescia.